Lui mi vuole bene ma non è innamorato

Lui mi vuole bene ma non è innamorato… quante volte ci è capitato di ricevere testimonianze o richieste di consiglio a proposito di questo tema, forse l’abbiamo anche provata questa scoperta, e non è facile, ma non per forza constatarlo è un male…

Di seguito riproponiamo qualche richiesta di assistenza in merito e relative risposte per cercare di far capire meglio cosa intendiamo e perché “lui mi vuole bene ma non è innamorato” può rivelarsi una buona cosa.

Se puoi vuoi che rispondiamo ad una tua richiesta specifica, scrivici qui: Briicks Risponde è il luogo dove confrontarti su una situazione particolare che vivi all’interno della tua relazione di coppia.

Come ricominciare quando quello che manca è l’amore.

(Testimonianza di una ragazza che ci chiede di rimanere anonima)

“Buon pomeriggio cari di Briicks, ho iniziato il percorso di Love Path sulla Diversità comprando Love Island. Credevo fosse il passo per riaccendere la mia coppia, dedicarci tempo in una vita troppo impegnata, troppo piena di lavoro e troppo vuota di noi. Purtroppo non è bastato.

Avevate ragione, “è solo per coppie che si amano” e lui mi vuole bene ma non è innamorato, ha scoperto che quello che mancava era il suo amore. Sono a pezzi. Non so da dove ricominciare. E mi dispiace che il mio impegno non sia bastato, che io non sia abbastanza.

Grazie per tutto. In ogni caso vi consiglio a chiunque”.

Lui mi vuole bene ma non è innamorato, risponde Marco:

“Ciao! Ci piange il cuore quando sentiamo di coppie che vivono una profonda sofferenza e che non riescono a realizzare ciò che nel profondo desiderano.

Al tempo stesso però intravediamo una luce che ti invitiamo a seguire: quella della verità.

Lui mi vuole bene ma non è innamorato? Certo è una realtà dolorosa, faticosa, dura, anche solo da ammettere, ma ti posso garantire per esperienza personale che l’alternativa è peggio. Rimanere in un rapporto in cui non c’è uno spazio reciproco di costruzione è davvero frustrante e sfinente. È un po’ come mettere acqua in un secchio bucato per cercare di riempirlo. Non ce la farai mai. E pensa cosa vuol dire riempire da sola un secchio bucato, impossibile!

Energie risparmiate e maggiore consapevolezza

Prima ti accorgi che c’è qualcosa da cambiare, meglio è, e sono tutte energie risparmiate!

Lui mi vuole bene ma non è innamorato, lei mi vuole bene ma non è innamorata.

In Briicks porto la mia esperienza di tante relazioni fallite, in cui ci avevo profondamente creduto e dato tutto me stesso. E ogni volta sono riuscito ad uscire sempre un po’ più consapevole dei miei errori e dei miei limiti, riconoscendo quanto il mio impegno non fosse sufficiente al successo, e il fatto che io non fossi capace di fare funzionare una relazione era il dono e la sfida più grande da raccogliere.

Lui mi vuole bene ma non è innamorato, questione di 50%

Vedi, noi possiamo e dobbiamo agire sul nostro 50% di spazio. Non possiamo fare nemmeno un millimetro di più. Ciò può essere spaventoso per chi è determinato a mettere tutto se stesso per ottenere i risultati in qualcosa ma allo stesso tempo è anche profondamente liberante.

Ci tira infatti fuori da un delirio di onnipotenza che ci fa credere che tutto sia nelle nostre mani. E l’Amore chiama e chiede di metterci di fronte per amarlo e per essere a nostra volta amati creando così un circolo che reciprocamente ci nutre e ci cresce. La buona notizia è che dentro te c’è abbondanza di Amore, e la fuori c’è certamente un uomo che saprà riconoscere la tua bellezza e saprà farla fiorire. Un uomo che tu, con il tuo amore renderai ancora più bello, capace e forte. Questo è il miracolo della bellezza dell’Amore.

Tu Sì Che Vali!

Ci dici “lui mi vuole bene ma non è innamorato”… Ora quello che mi viene da consigliarti è prenderti un po’ di tempo per te. Trova una data nel futuro che non sia nè troppo ravvicinata, nè troppo lontana. Non è una cosa rigida (ascoltati nel profondo) ma semplicemente un punto di riferimento per essere certi che ti stai davvero prendendo un po’ di tempo per te per fare spazio, metabolizzare, riordinare, respirare, ripulire, perdonati e che allo stesso tempo non stai fuggendo dall’esporti ad un nuovo possibile fallimento (ma potenziale relazione bellissima).

Penso anche potrebbe essere utile seguire il percorso registrato del Tu Sì che Vali, laboratorio online di crescita personale nell’amore di sé.

Ti abbraccio forte e continuiamo a camminare con te!

A presto, Marco”

Lui mi vuole bene ma non è innamorato, un’altra storia e una nuova risposta:

Questo estratto che riproponiamo non è più un messaggio che abbiamo ricevuto via email ma la risposta data ad un Briicks Risponde. A questo link la video risposta completa: https://www.briicks.com/br/con-me-sta-benissimo-ma-non-e-innamorato/ Qui di seguito invece la sintesi della sua richiesta e dei punti salienti dati in risposta sempre da Marco e dalla psicologa e psicoterapeuta Agnese Lombardi:

“Sono in coppia da soli 6 mesi. Da poco dopo l’inizio della quarantena, mi ha chiesto una pausa, perché con me sta benissimo ma non si sente innamorato. Insomma, lui mi vuole bene ma non è innamorato. Non capisco il motivo di prendersi tempo se non prova sentimenti. Da allora ci siamo solo scritti poche volte, ma lui è cordiale e molto sintetico. Per quale oscura ragione non chiude la nostra storia, se prova solo affetto verso di me?

Qui Marco di Briicks risponde insieme alla psicologa psicoterapeuta Agnese Lombardi

La prima risposta che mi vien da darti, leggendo la tua email, è che spesso pensiamo che l’innesco di una relazione debba passare assolutamente dall’innamoramento mentre molte relazioni partono dalla stima profonda e quindi per l’ innamoramento, il che è un po’ più legato a quello che si vive nel profondo insieme. Non è quindi un qualcosa di esplosivo ed accecante. Spesso questa dinamica non siamo così bravi a gestirla, soprattutto se la nostra esperienza in qualche maniera si è sempre presentato sotto forma di dinamiche molto emotive d’innamoramento.

Sentimenti contrastanti difficili da gestire

Lui mi vuole bene ma non è innamorato di me… Può essere che di fronte a una persona che stimo e con cui mi trovo bene, magari non sappia bene come gestire i sentimenti che sto provando? Talvolta capita anche che si provino sentimenti contrastanti, che ci siano delle cose che ci piacciono e non ci piacciono, un po’ come quando abbiamo la febbre e i brividi: abbiamo sia caldo che freddo nello stesso momento ed è una sensazione brutta, ma è brutta perché risulta strano avere sia caldo che freddo, sono due opposti e sembra incredibile provarli entrambi.

A livello di sentimenti capita anche questo: spesso si vivono dei sentimenti che sono opposti ed è difficile gestirli!

L’importanza del dialogo cuore a cuore

Lui mi vuole bene ma non è innamorato dici, ma cosa ti ha detto precisamente? Quello che mi chiedo è infatti perché non ne parliate: hai scritto che non avete affrontato questa situazione, invece è importante che tutte queste domande a noi tu riesca a farle a lui e a chiedergli di esplicitare quello che sta vivendo e quello che state vivendo.

Non esistono sfere magiche, però si può dialogare

Però così come noi non abbiamo la sfera di cristallo, la sfera magica non ce l’hai neanche tu, soprattutto conoscendolo da poco tempo, quindi questa presunzione di avere la risposta senza parlarne effettivamente può essere superata con molta semplicità parlando, chiedendo e affrontando la situazione.

Chiedi cosa sta vivendo, che cosa sta provando, così da riuscire a entrare in profondità in un dialogo: sono sicuro che i frutti saranno buoni e riuscirai quantomeno a capire che cosa sta provando e anche tu ad avere qualche spiraglio di luce in questo buio che stai vivendo per questa situazione.

Agnese consiglia: siamo gli attori protagonisti del nostro destino

Concordo e aggiungerei due cose:

la prima è che ci troviamo in un momento in cui ci ritroviamo facilmente tutti isolati a casa e questo porta non solo a un isolamento fisico ma spesso anche mentale, al non aver voglia di sentire nessuno, a chiuderci con noi stessi. Questa è una situazione psicologica che stanno affrontando diverse persone, quindi può anche essere che questo momento di chiusura nei tuoi confronti sia legato al momento attuale.

La seconda cosa…

Siamo gli attori protagonisti del nostro destino, per cui quello che mi viene da dire è che, se questo atteggiamento di fermo che lui ha messo alla vostra relazione a te non sta bene, non aspettare che lui cambi idea.

Non aspettare che qualcun’altro ti possa spiegare come mai questo è successo, prendi in mano le redini della situazione e agisci per poter cambiare ciò che a te non va bene.

“Lui mi vuole bene ma non è innamorato?!?” Se lui in questo momento non riesce a stare dietro alla vostra coppia, o se comunque le sue motivazioni per te non sono comprensibili e soprattutto non bastano a tenere in piedi una relazione, capisci un po’ che cosa vuoi tu, che cosa cerchi tu e che cos’è per te importante che ci sia nella relazione con questo ragazzo: prendi tu una decisione se non è in grado di farlo lui.

Lui mi vuole bene ma non è innamorato… scegli tu come proseguire

Se non ti sta bene la pausa pensa allora se preferisci chiudere la relazione in questo momento e poi piuttosto quando si sentirà più sicuro può farsi vivo. Allora valuterai tu se ancora ci sei o se il treno ormai è passato e lui l’ha perso.

Questa però è una cosa che devi scegliere tu, capisci che cosa preferisci fare e non lasciare solo a lui in mano le redini di tutto questo, di questa situazione.

Ovviamente rinnovo l’invito di comunque confrontarti con lui perché diventa poi difficile prendere una decisione da soli in una relazione di coppia.

Non si è gli unici e non si è soli

Lui mi vuole bene ma non è innamorato,

ci viene detto e sembra di ricevere una sferzata sul viso, poi ci si perde in un garbuglio di pensieri, si riflette sul comportamento dell’altro e di se stessi. Magari si aprono gli occhi su atteggiamenti sbagliati protratti nel tempo, attenzione però: la verità risiede nel mezzo, non porta a niente di buono essere ipercritici e assumersi maggiori, se non tutte le colpe (se di colpe si può parlare).

Magari però può esserti utile leggere testimonianze di altre persone che hanno provato e provano lo stesso. Confrontarti con altri, andare più a fondo con figure specifiche da cui ricevere un aiuto, anche solo a cogliere ulteriori punti di vista se vuoi.

Lui mi vuole bene ma non è innamorato, e adesso? Cosa fare:

Avrai già sentito la frase:“La vita è per il 10% cosa ti accade e per il 90% come reagisci”.

A dirla per la prima volta fu Charles Swindoll, che a detta di Wikipedia è un signorotto di appena 87 anni, pastore evangelico cristiano, autore, educatore e predicatore radiofonico. Ha fondato Insight for Living che trasmette un programma radio con lo stesso nome su oltre 2.000 stazioni in tutto il mondo in 15 lingue.

Dopo di lui si è diffusa nelle più svariate varianti e sulla bocca dei più differenti personaggi. L’altra sera per esempio Alessandro Cattelan la utilizzava in una pubblicità Netflix  per promuovere il suo ultimo show “una semplice domanda” partita dalla figlia Viola: “Papà, come si fa a essere felici?”.

Tu sapresti rispondere a questo l’interrogativo?

“La vita è per il 10% cosa ti accade e per il 90% come reagisci”

Come agire quando un uomo ti dice che non ti ama ma che ti vuole bene? Come riaccendere la propria vita e felicità?

L’amore non si supplica e non è per una persona che si rivela non innamorata che allora dobbiamo perdere l’amore per noi stessi/e.

Anzi, è proprio lì che bisogna ritornare a lavorare.

Riprendendo in mano la propria vita, e non obbligatoriamente con un taglio di capelli o un abbonamento in palestra, è necessario rivedere il tempo e gli spazi, ascoltare e procedere in primis per se stessi e non per l’altro.

Cos’ hai sempre rimandato o messo da parte nella tua vita? Pensaci, fallo adesso!

Rivedi e ribalta tutto ciò che ti fa credere di non meritare la felicità. Non è questione di età che hai o non hai, ora è il momento giusto per ricominciare.

Non sentirti da meno se da sola non riesci, l’aiuto professionale esiste ed è un gesto d’amore verso se stessi.

Però una cosa voglio ancora dirtela:

Il dolore, la tristezza la delusione, la rabbia o lo smarrimento, tutto quello che senti probabilmente è poco piacevole ma è normale, concediti di provarli, ma non perderti nell’abbraccio di queste emozioni.

Dall’alba dei tempi ad oggi innumerevoli altri esseri umani prima hanno passato lo stesso e ora stanno vivendo vite felici.

Non hai imparato a camminare senza cadere nemmeno una volta, allo stesso modo non è possibile (e non è nemmeno utile) vivere senza il fallimento. Non si può nemmeno amare senza accorgersi che questo sentimento non è esente da imperfezioni o rifiuti.

Da tutto però puoi ribaltare la curva di un sorriso triste in curva verso l’alto, perché tutto ciò è un’esperienza e ti porterà a crescere. In tanti modi.

Sia che torniate l’uno tra le braccia dell’altro come coppia che si ama, sia che tu sia andata oltre, sei sulla strada giusta, continua a camminare.

Se hai domande, se vuoi condividere consigli o arricchire anche altri con le tue esperienze, scrivici nei commenti, sarebbe bellissimo avere tue notizie.

 

Se questo contenuto ti è piaciuto, condividilo e aiuterai altre coppie a crescere e ad amarsi ancora di più

Facebook
Twitter
Pinterest
Tumblr
WhatsApp
Telegram

Lascia un commento

Seguici sui Social Media

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti

Potrebbero interessarti anche

0

Il tuo carrello è vuoto