×
/ Briicks Risponde / Con me sta benissimo ma non si sente innamorato!

Con me sta benissimo ma non si sente innamorato!

Briicks Risponde ad una richiesta anonima! Ecco la sintesi della sua richiesta:

“Sono in coppia da soli 6 mesi. Da poco dopo l’inizio della quarantena, mi ha chiesto una pausa, perché con me sta benissimo ma non si sente innamorato. Non capisco il motivo di prendersi tempo se non prova sentimenti. Da allora ci siamo solo scritti poche volte, ma lui è cordiale e molto sintetico. Per quale oscura ragione non chiude la nostra storia, se prova solo affetto verso di me?”

Se vuoi avere una risposata o un parere su quello che stai vivendo anche tu scrivici qui.

Se non hai la possibilità di visionare il filmato ecco la trascrizione del contenuto! Buona lettura o buon ascolto!
Marco introduce l’argomento.
Ciao qui Marco di Briicks per la rubrica  Briicks risponde insieme alla nostra  psicologo psicoterapeuta Agnese Lombardi . Oggi vi presento la situazione  di una ragazza che ci ha chiesto di  rimanere anonima e noi la rispetteremo. La situazione in sintesi è questa: stanno insieme da pochi mesi, 6, poco dopo l’inizio della quarantena  lui le ha chiesto una pausa perché non  si sente innamorato pur stando benissimo  con lei. Di conseguenza lei è un po’ confusa e si pone molte domande.
L’innesco di una relazione.
La prima risposta, leggendo la tua email,  è che spesso pensiamo che  l’innesco di una relazione debba passare  assolutamente dall’innamoramento mentre  molte relazioni passano dalla stima  profonda e quindi per l’ innamoramento, il che è  un po più legato a quello che si vive  nel profondo insieme: non è un qualcosa  di esplosivo ed accecante, questa  dinamica  purtroppo  non siamo quindi così bravi a gestirla, soprattutto se la  nostra esperienza in qualche maniera si è sempre presentato sottoforma di dinamiche molto emotive d’innamoramento.
Di fronte a una  persona che stimo e con cui mi trovo bene,  magari non so bene come gestire  i sentimenti che sto provando e talvolta  capita anche che si provino sentimenti  contrastanti, che ci siano delle cose che  ci piacciono e non ci piacciono, un po’  come quando abbiamo la febbre e i brividi: abbiamo sia caldo che freddo  nello stesso momento ed è una sensazione  brutta, ma è brutta perché risulta strano avere  sia caldo che freddo, sono due opposti e  sembra incredibile provarli entrambi.
A livello di sentimenti capita anche questo: spesso  si vivono dei sentimenti che sono  opposti ed è difficile gestirli!
Sicuramente devi tenere anche un po’ in  considerazione che questo è un momento  particolare, in tutti i momenti di crisi  viene a galla la fragilità delle persone e quindi probabilmente anche la vostra relazione in questo sta subendo un po’ queste fatiche.
L’importanza del dialogo cuore a cuore.
Quello  che però mi chiedo è perché non ne  parliate: hai scritto che non avete  affrontato questa situazione, invece è importante che tutte queste domande a noi tu  riesca a farle a lui e a chiedergli di esplicitare quello che sta vivendo e quello che state vivendo.
Probabilmente ha solo bisogno di stare  un po’ raccolto in questo  momento particolare, in solitudine, perché  magari lui è fatto così.
L’unico modo per capire se questo è effettivamente il suo caso è riuscire a parlarne, a chiedergli e a chiarire perché esattamente come noi non abbiamo la  sfera di cristallo per riuscire a  leggere nella sua mente, nel suo cuore, per darti una risposta  l’unica cosa che possiamo fare è  quello di leggere un po’ del tuo cuore e  provare a dire effettivamente che cosa  ci può essere e che direzione prendere.
Però così come noi non abbiamo la sfera  di cristallo, la sfera magica non ce  l’hai neanche tu, soprattutto conoscendolo da poco tempo, quindi questa  presunzione di avere la risposta senza  parlarne effettivamente può essere superata con molta semplicità parlando, chiedendo e affrontando la situazione. Chiedi cosa sta vivendo, che cosa sta provando, così da riuscire a entrare in profondità in un dialogo: sono  sicuro che i frutti saranno buoni e  riuscirai quantomeno a capire che cosa  sta provando e anche tu ad avere  qualche  spiraglio di luce in questo buio che stai  vivendo per questa situazione.
Agnese consiglia: siamo gli attori protagonisti del nostro destino.
Concordo a  grandi linee con tutto quello che ti ha  detto Marco, aggiungerei due cose: la  prima è che, come già accennava anche marco, è importante approfondire un po’ questo aspetto: è un  momento in cui siamo  tutti isolati a casa e questo porta non  solo a un isolamento fisico ma spesso  porta anche un isolamento mentale, al non  aver voglia di sentire nessuno, a  chiuderci con noi stessi. Questa è una situazione psicologica che stanno affrontando diverse persone, quindi può anche essere che questo momento di chiusura nei  tuoi confronti sia legato al momento attuale.
La seconda cosa riprende quello che diceva Marco rispetto alla possibilità di  parlare con lui ricordandoti però un po’ anche  che siamo tutti autori del nostro  destino. Siamo gli attori protagonisti, per  cui quello che mi viene da dire è che, se  questo atteggiamento di fermo che lui ha messo alla vostra  relazione a te non sta bene, non  aspettare che lui cambi idea.
Non aspettare che  qualcun altro  ti possa spiegare come mai questo è  successo, prendi in mano le redini  della situazione e agisci per poter  cambiare ciò che a te non va bene.
Se lui  in questo momento non riesce a stare  dietro alla vostra coppia, o se  comunque  le sue motivazioni per te non  sono comprensibili e soprattutto non  bastano a tenere in piedi una  relazione, capisci un po’ che cosa vuoi tu, che cosa cerchi tu e che cos’è per te importante che ci sia nella relazione  con questo ragazzo: prendi tu una  decisione se non è in  grado di farlo lui.
Se non ti sta bene la pausa pensa allora se  preferisci chiudere la relazione  in questo momento e poi piuttosto quando si sentirà più sicuro può farsi vivo. Allora valuterai tu se ancora ci sei o se il  treno ormai è passato e lui l’ha perso.
Questa però è una cosa che devi scegliere tu, capisci che cosa  preferisci fare e non lasciare solo a lui in mano le redini di tutto questo,  di questa situazione.
Ovviamente rinnovo  l’invito di comunque confrontarti  con lui perché diventa poi difficile  prendere una decisione da soli in una  relazione di coppia.
Detto questo ti salutiamo e salutiamo tutti  gli amici che ci hanno seguito, ciao!
_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *