Una cosa che probabilmente non sai di Michelangelo Buonarroti!

Marco Mattio
Una cosa che probabilmente non sai di Michelangelo Buonarroti!

Ciao!
buona conclusione di maggio e buon giugno! ❤️

Giovedì scorso abbiamo inviato la nostra ultima richiesta di finanziamento per l’acquisto della nuova di CasaBriicks.
Perchè l’ultima? Perchè o la accettano oppure rinunciamo🤞🏻.

Noi confidiamo in un successo e sappiamo di avercela davvero messa tutta. Abbiamo addirittura registrato un videomessaggio da allegare alla nostra richiesta di finanziamento con lo scopo di spiegare un po’ più nel profondo i motivi della nostra richiesta.

Sappi che se vuoi commentare o condividere il filmato ci dai davvero una grande mano! Grazie di cuore se l’hai già fatto!

Oggi invece è l’ultimo giorno utile per registrarsi a Love Path di giugno. Parleremo di intimità della coppia: “Chi ben si spoglia è alla metà dell’opera”.

Come sempre nel PS della mail trovi il link per registrarti.

Ho sempre pensato che i grandi uomini che hanno fatto la storia dell’Arte italiana fossero tutti un po’ dei super eroi predestinati.

Invece ho da poco scoperto che Michelangelo Buonarroti quando dipingeva la cappella Sistina era profondamente infelice.
Per quasi 4 anni aveva infatti dovuto dipingere ogni giorno a testa in su e collo e schiena gli dolevano moltissimo. La tinta poi gli colava di continuo sui capelli e negli occhi e non vedeva quindi l’ora di concludere e di togliersi quel lavoro per il quale si sentiva profondamente inadatto.

Sì, devi sapere infatti che Michelangelo prediligeva la disciplina della scultura e non era così attratto dall’arte della pittura.
Venne però scelto da Papa Giulio II su consiglio del Bramante per via di un malizioso tranello: il celebre architetto infatti raccomandò il Buonarroti semplicemente per fargli fare una figuraccia.

Non andò proprio così e dopo anni di durissimo, odiato e mal pagato lavoro, Michelangelo concluse una delle sue opere più prestigiose e ammirate della storia dell’arte.

Ora, prova a pensare a tutte le volte che ci sentiamo inadatti per qualcosa e in particolare per un aspetto della relazione.
Pensa a tutte le volte che ti senti sbagliato/a per il tuo partner…
Pensa anche a tutta la fatica che talvolta stai facendo per tenere insieme tutto…

Ecco, anche tu stai dipingendo la tua cappella Sistina!

Non lo fai perché smani dalla voglia di farlo o perché ti viene spontaneo, istintivo e naturale.
Lo fai perché dietro quell’Amore c’è tutto lo spazio di cui hai bisogno per tirare fuori un capolavoro.
Anche se il collo talvolta fa male e il colore ti intride i capelli ❤️.

Se questo contenuto ti è piaciuto, condividilo e aiuterai altre coppie a crescere e ad amarsi ancora di più

Facebook
Twitter
Pinterest
Tumblr
WhatsApp
Telegram

Lascia un commento

Seguici sui Social Media

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti

Potrebbero interessarti anche

0

Il tuo carrello è vuoto