×
/ C'è posta per la vostra coppia! / Un sensore di movimento per la coppia
Un sensore di movimento per la coppia

Un sensore di movimento per la coppia

Ciao ! Buona settimana a te e alla tua relazione! Siamo molto contenti di come sia andato “C’era una volta” in più di 800 persone avete seguito i video di Nicoletta Musso con le narrazioni di Gianni e Giulia! Ti chiediamo ancora una volta se questo mini percorso ti è piaciuto, ti ha arricchito o […]

Categoria: C'è posta per la vostra coppia!

Articolo di: Marco Mattio

Ciao !
Buona settimana a te e alla tua relazione!

Siamo molto contenti di come sia andato “C’era una volta” in più di 800 persone avete seguito i video di Nicoletta Musso con le narrazioni di Gianni e Giulia!

Ti chiediamo ancora una volta se questo mini percorso ti è piaciuto, ti ha arricchito o ispirato, di condividerlo con le persone a cui vuoi bene!
Se tutti e 800 lo dicessero anche solo ad un’altra persona raddoppieremo i benefici di questo percorso. Pensa cosa potrebbe succedere se lo dicessi a 10 persone?
Ti lascio i link per condividere su facebook via email o whatzapp così è ancora più semplice!

Super novità sul fronte Tree Time (l’esperienza di crescita per le coppie con figli a cui stiamo lavorando) stiamo cercando un partner solidale e venerdì andremo a presentare l’esperienza a CasaOz! Facci un “in bocca a lupo” 😉

Questa sera infine inizieremo il percorso “Tu sì che Vali!”, c’è ancora qualche posto, ma siamo agli sgoccioli, sbrigati se ti interessa!

Finiti gli aggiornamenti! Ora passiamo al messaggio di crescita settimanale!

Settimana scorsa, complice la mia famiglia messa in esilio al fresco in montagna, ho finalmente trovato il tempo per installare un sensore di movimento per le luci del garage.
Sembra una banalità ma quell’affarino costato 11€, è una piccola miglioria che impatta tantissimo sul confort di quello spazio:
– quando apri il portone trovi la luce del garage sempre accesa;
– se hai le mani occupate non devi più fare il giocoliere per accendere la luce;
– non rischi più di dimenticare la luce accesa, perchè tanto si spegne da sola.

Insomma, sono proprio contento di questa piccola miglioria e non ti nascono la mia meraviglia ogni volta che apro. È bello sentirsi accolti con la luce accesa, ti dà un vero senso di benvenuto!

Ovviamente ci sono anche delle implicazioni collaterali e delle annesse considerazioni, utili alla crescita dell’amore di coppia, se no, ovviamente non te l’avrei scritto qui! 😊

La prima è questa: per accendere quella luce c’è bisogno di muoversi, di agire. Se stai fermo anche lei rimane spenta. Vedo tante coppie che si lamentano che la loro relazione non funziona e sono lì ferme, immobili ad aspettare che sia l’altro a cambiare e non fanno nulla se non lamentarsi.
Ecco, stare fermi non è una strategia.
Per attivare il sensore (e la tua relazione) devi muoverti! Fa’ qualcosa di diverso, chiedi aiuto, leggi un libro, fa’ un corso, un gioco… se ti fermi, la luce si spegne e non c’è nulla da fare!

La seconda considerazione è che una volta chiuso il portone, non c’è modo di sapere se la luce si è spenta veramente. L’unica maniera sarebbe quella di aprire il portone ma al quel punto con il movimento si attiverebbe il sensore e il nostro tentativo di controllo sarebbe totalmente vanificato 😂

Ecco, sia la luce che la relazione hanno anche bisogno di un po’ di fede e di fiducia. Se l’hai installato correttamente, se l’hai messo alla prova, se hai testato correttamente, se hai fatto tutto quello che poteva e doveva essere fatto allora a quel punto hai bisogno di affidarti, al sensore (e alla relazione).

Senza quella fiducia la relazione non ha lo spazio per crescere. La relazione ha infatti bisogno di avere credito e che con le nostri azioni si senta dire: credo in te, ho fiducia in quel che sei e nell’amore che stiamo generando insieme.

Buona settimana!
Che possa essere in movimento
per tenere la luce sempre accesa!

_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *