×
/ C'è posta per la vostra coppia! / La tribù che non aveva la parola “Blu”
La tribù che non aveva la parola

La tribù che non aveva la parola “Blu”

Ciao ! Buona nuova settimana a te e alla vostra relazione! Oggi ci sono pochi aggiornamenti sul fronte Briicks: ci stiamo preparando alla chiusura estiva e abbiamo deciso che faremo una pausa da 7 al 18 di agosto. In quei giorni non faremo spedizioni dal nostro e-commerce e non saremo disponibili per i “Briicks Risponde” […]

Categoria: C'è posta per la vostra coppia!

Articolo di: Marco Mattio

Ciao !
Buona nuova settimana a te e alla vostra relazione!

Oggi ci sono pochi aggiornamenti sul fronte Briicks: ci stiamo preparando alla chiusura estiva e abbiamo deciso che faremo una pausa da 7 al 18 di agosto. In quei giorni non faremo spedizioni dal nostro e-commerce e non saremo disponibili per i “Briicks Risponde” e manderemo avanti solo con la newsletter del lunedì.
Quindi se avete bisogno di regalare un’esperienza Briicks proprio in quei giorni muovetevi con un po’ d’anticipo!

L’incontro di venerdì scorso con i responsabili di Casa Oz è andato bene, non c’è nulla di ufficiale ma ci sono tutti i presupposti perchè un pezzettino di ogni Tree Time venduto, vada a finanziare i progetti a sostegno delle famiglie promossi dalla fondazione CasaOz. E in più ci impegneremo a donare una copia del prodotto alle coppie che sono ospiti delle loro strutture di accoglienza durante i periodi di cura dei loro figli.
Eccoci pronti per la breve riflessione di questa settimana.

Oggi ti parlo di una ricerca di Jules Davidoff che ha studiato una particolare tribù della Namibia: gli Himba.

– Uffa, Marco, ancora con questi tizi che studiano cose strane?

Sì, lo so, ho una predilezione speciale per queste stranezze! Per esempio sapevi che gli Himba hanno tantissime parole diverse per esprimere il verde ma nessuna per il blu?

Nella sua ricerca Jules mostrò un disegno con una sequenza circolare di quadrati con la particolarità che tutti i quadrati erano verdi tranne uno che invece era blu.

Stranamente, quando veniva loro chiesto di indicare quale fosse l’elemento diverso, o non riuscivano a scegliere il quadrato blu, erano più lenti a farlo oppure puntavano il dito sul quadrato sbagliato.

Quando invece fu mostrata loro una sequenza simile di quadrati verdi con un quadrato di una sfumatura appena diversa di verde (che probabilmente noi non avremmo neanche notato), trovavano subito l’intruso.
Ciò che sarebbe stato facile per noi non lo era per loro. E viceversa.

Gli Himba non avevano una parola per il blu, pertanto non riuscivano a identificare facilmente un quadrato blu in una serie di quadrati verdi; un compito piuttosto semplice per noi. Eppure erano in grado di distinguere sfumature di verde che noi non avremmo mai notato.

Perchè ti ho raccontato questa storia?
Il motivo è molto semplice: l’uomo percepisce più facilmente ciò che il linguaggio definisce. Il nostro linguaggio plasma ciò che vediamo e vediamo ciò che il nostro linguaggio è in grado di esprimere.

Quindi se vuoi una Relazione di coppia piena, forte e appagante parlale, trova le parole, inventa, verbalizza ciò che vuoi vedere.
Lo so, magari ti sembra di prendervi in giro ma non è così, quello è il primo passo per renderti conto che ciò che desideri per voi è alla vostra portata, che le vostre aspirazioni non sono fantasie ma qualcosa di realizzabile, concreto che può prendere forma e il primo passo per farlo è quello di “dargli un nome”.

Buona settimana!
Che possa possiate dare un nome al vostro amore
e ai vostri desideri!

_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *