Matrimonio all’aperto, cosa c’è da sapere

Agnese Faccio
Matrimonio all'aperto

Organizzare un matrimonio all’aperto è un sogno di molte coppie ed è diventato anche, in questo periodo di pandemia e Covid, una scelta se non “obbligata” comunque da privilegiare… qualora sia possibile farlo ovviamente.

Sì esatto, non vi nascondiamo che le complessità che si incontrano in questi casi non sono poche, ma vedetela così: ciò che comporta difficoltà implica anche grandi soddisfazioni e quello che ora andremo a fare in quest’articolo è proprio cercare di analizzare insieme tutti i punti da tenere in considerazione (e potenziali soluzioni annesse 😉 )

Matrimonio all’aperto: chi ha tempo non perda tempo

Un matrimonio, che sia esso all’aperto o al chiuso, è un evento memorabile da organizzare con la cura dei dettagli, di tutti (TUTTI) i dettagli, cosa che solo gli innamorati sposi possono desiderare fare.

Per questo è importante iniziare citando il fattore tempo.

Certo, è relativo, ma un buon consiglio è quello di pianificare e preparare tutto con il giusto anticipo.

Se vi state chiedendo come organizzare il matrimonio perfetto, senza affanni o ritardi a ridosso della cerimonia, avevamo già scritto in passato l’articolo giusto per voi! Lì troverete indicate le 3 fasi fondamentali e l’infografica da stampare che vi aiuterà a concretizzare il vostro Sì in una giornata da sogno.

Dimmi dove e quando…

Magari avete scelto il primo sole primaverile, oppure preferite sentirvi circondati dal calore di agosto oltre che da quello dei vostri cari, potreste però anche essere una coppia settembrina il cui matrimonio sarà il più bello dei saluti all’estate… insomma, se avete optato per un matrimonio all’aperto probabilmente avete immaginato anche il periodo che va dalla primavera all’autunno (ma se volete potete smentirci nei commenti).

La data però? L’avete già scelta o la state ancora cercando?

Lo sapevate che sposarsi di venerdì conviene ma che anche la domenica ha i suoi vantaggi?

Dovete definire il giorno del vostro matrimonio all’aperto? Da veri specialisti nel settore, matrimonio.com offre 5 punti chiave per fissare la data delle nozze.

Matrimonio all’aperto: dove bisogna firmare?

Non sappiamo se siete qui perché desiderate che sia solo il ricevimento o tutto il matrimonio all’aperto, rito (civile o religioso) compreso.

La legislazione italiana però può risultare piuttosto ostica a riguardo, per questo ci sembra doveroso fare una parentesi in merito.

Il matrimonio all’aperto religioso, burocraticamente, è possibile solo in caso di una valida causa (da sottoporre all’Ordinario) o se vi sono dei terreni, del verde, adiacente al luogo di culto stesso. Da considerare anche l’idea di una location con cappella annessa.

Per il rito civile, bisogna considerare che i registri comunali possono essere portati al di fuori del comune stesso solamente in caso vi fossero seri impedimenti. In alternativa si possono sfruttare castelli o locali istituiti dal Comune stesso.

Quei dettagli che contano…

Bene, adesso che sapete le 3 fasi per organizzare al meglio le nozze, che avete deciso data e giorno ottimale per voi e per i vostri ospiti e che avete la legge dalla vostra parte, potete procedere aggiungendo qualche punto alla vostra lista dei To Do.

Sono piccoli accorgimenti, ma che “i dettagli fanno la perfezione e la perfezione non è un dettaglio” lo diceva Leonardo Da Vinci,  mica la sottoscritta , dunque vamonos!

Matrimonio all’aperto: i trucchi…

Quel giorno quelli con le “divise” più riconoscibili e affascinanti sarete voi. L’abito degli sposi è un pezzo unico per tutta la vita, ma nel caso di un matrimonio all’aperto è bene considerare queste accortezze, (sposa, mi rivolgo soprattutto a te).

Prediligere, in generale, i tessuti freschi e leggeri, considerando magari l’abito corto tra le possibilità. Sta andando molto in voga nell’ultimo periodo, ma è una scelta che dovete fare se vi ci ritrovate. Ricordate che il modo migliore per lasciare tutti a bocca aperta è indossare qualcosa con cui ci si sente a proprio agio, solo così verrà naturale tenere spalle dritte e mento alto, al sorriso (il migliore degli accessori) ci penserà l’amato al vostro fianco.

Capelli raccolti e make up a prova di alte temperature ( e di lacrime di commozione) come ciliegina sulla torta!

…e le accortezze per tutti

I protagonisti indiscussi siete voi, coppia di novelli sposi, ma ricordatevi che le persone che vi circondano faranno la festa e saranno soprattutto lì per celebrarvi e gioire di fronte al vostro amore suggellato per l’eternità, ricambiate l’affetto pensando anche a loro… in primis avvisateli che si tratterà di un matrimonio all’aperto!

E poi coccolateli mettendoli a loro agio!

Vi state chiedendo come? Di seguito un po’ di spunti e suggerimenti!

Alcuni modi per far felice gli ospiti ad un matrimonio all’aperto

  • Eventuali gadget potrebbero rivelarsi un aiuto: ventagli, fazzoletti, occhiali da sole, ombrellini… insomma sbizzarrite la fantasia! Se volete potete racchiudere il tutto in una wedding bag da offrire quel giorno o far aggiungere le vostre iniziali in questi regalini, in questo modo unireste utile e dilettevole lasciando già un vostro ricordo firmato e/o datato. In ogni caso pensate al loro refrigerio, se stanno bene gli ospiti tutto andrà meglio!
  • Il fotografo vi aiuterà sicuramente a cogliere tutti gli scorci migliori e a mettere voi stessi in luce nella maniera più indelebile e fotogenica possibile, che non manchino però le zone d’ombra per i tavoli e le sedute a disposizione degli invitati.
  • Considera gli insetti (e le conseguenti citronelle o chiedi ai proprietari della location se prevedono un’eventuale disinfestazione), l’illuminazione già presente e le aggiunte potenziali (fili di luci, candele, torce, lanterne di carta) e fate fare una prova alla band (un luogo senza mura disperde il suono in maniera differente, testate quindi precedentemente la resa dell’audio).
  • Quando scappa scappa, ma vuoi mica che i partecipanti passino tutto il ricevimento a fare coda ai servizi igienici? La regola generale prevede che ci sia 1 bagno per ogni 35 ospiti.
  • Possono essere simpatici e funzionali dei cartelli aggiuntivi così da agevolare l’orientamento degli ospiti ma anche per indicare i punti strategici su cui volete orientare la vostra festa.

Parentesi menù

E il menù di un matrimonio all’aperto?

Parlate con il catering o il ristorante che avete scelto, sentite i loro suggerimenti ma soprattutto provateli!

Possiamo però consigliarvi quanto segue:

Le bevande: tante, fresche e dissetanti lungo tutta la durata del ricevimento. Potete pensare ad un angolo apposito o assicurarvi comunque che non manchino mai.

Le pietanze: non devono avere particolari problemi di conservazione ed essere leggeri, preceduti magari da un buffet ricco di “finger food” (cibo preparato in piccolissime porzioni che viene consumato anche senza l’uso di posate).

La torta: possibilmente che non si sciolga prima del previsto! 😜

Se lo desiderate potete completate il tutto magari con un refrigerante carretto del gelato o di fresche granite.

L’importanza di un piano B

Se avete scelto di fare un matrimonio all’aperto in periodo estivo è, probabilmente, anche perché siete tipi da sole.

Nonostante ciò non permettete a nulla, in generale e men che meno ad un temporale, di cogliervi impreparati.

Assicuratevi dunque che la location proponga un adeguato piano B in caso di intemperie, in alternativa attrezzatevi con strutture adeguate che permettano di rimanere al coperto (gazebi, tensostrutture…).

E se anche il detto cita che “sposa bagnata, sposa fortunata”, considerate anche il fatto che nel periodo estivo le piogge spesso sono passeggere e che il prato asciuga in fretta, dopo la pioggia vien sempre il sereno, a volte anche un arcobaleno.

In ogni caso ci siete voi, splendidi e splendenti più del sole!

Matrimonio all’aperto, che la festa abbia inizio

Ed ora eccoci alla crème de la crème, al meglio del meglio!

Certo, il giorno del matrimonio tutto avrà un sapore “romantico”, per voi e per gli altri, ma scommettiamo anche che vorrete essere ricordati come: “il loro sì che era stato davvero un matrimonio divertente“.

Tanto per iniziare abbiamo preparato per te FUNNY WEDDING GUIDE, la prima guida per organizzare giochi divertenti al tuo matrimonio! 

Proseguiamo invitandovi a munirvi di carta e penna per segnarvi tutte le proposte migliori per organizzare un matrimonio divertente  da adattare sulla base dei vostri gusti e della vostra fantasia.

Infine The Wedding Game è il gioco perfetto per chi cerca idee per un matrimonio originale.

È una sorta di caccia al tesoro il cui tema base sarete voi e la vostra storia d’amore. Tutti possono vincere ed è un’ esperienza concepita per auto regolarsi, le persone possono iniziare in qualsiasi momento, interrompere e riprendere, giocare da soli o in squadra, sfidando se stessi e gli altri partecipanti sul livello di conoscenza di voi sposi.

Fino alla fine

In conclusione, già arrivando alla fine di questo articolo avrete capito che organizzare un matrimonio all’aperto può essere un’impresa ma anche una bellissima cornice al vostro sogno d’amore.

Sappiate che non esistono regole e nemmeno scelte giuste o sbagliate ma solo soluzioni più adatte alle vostre necessità e ai vostri gusti o desideri.

Potranno esserci commenti negativi oltre a quelli positivi, che matrimonio sarebbe altrimenti? 😉

Lasciate ai criticoni, agli invidiosi, ai puntigliosi queste vuote parole, il bicchiere mezzo pieno invece tenetelo voi e innalzatelo, in alto e fino alla fine, in voi e per voi il più bello dei brindisi.

Se questo contenuto ti è piaciuto, condividilo e aiuterai altre coppie a crescere e ad amarsi ancora di più

Facebook
Twitter
Pinterest
Tumblr
WhatsApp
Telegram

Lascia un commento

Seguici sui Social Media

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti

Potrebbero interessarti anche