×
/ C'è posta per la vostra coppia! / La lastra invisibile
La lastra invisibile

La lastra invisibile

Ciao ! Buona nuova settimana di fine agosto Scorsa settimana abbiamo ripreso le attività Briicks, oggi rientra anche Agnese e ci godiamo quest’ultima settimana di lavoro a ritmi un po’ più soft, pronti ad affrontare un settembre ricco di novità e scadenze da portare a termine! Questa settimana rispondiamo anche a tutti i “Briicks Risponde […]

Categoria: C'è posta per la vostra coppia!

Articolo di: Marco Mattio

Ciao !
Buona nuova settimana di fine agosto

Scorsa settimana abbiamo ripreso le attività Briicks, oggi rientra anche Agnese e ci godiamo quest’ultima settimana di lavoro a ritmi un po’ più soft, pronti ad affrontare un settembre ricco di novità e scadenze da portare a termine!

Questa settimana rispondiamo anche a tutti i “Briicks Risponde ricevuti”, grazie per la pazienza di chi sta attendendo una risposta.

Ah, questa settimana potremmo pubblicare un nuovo episodio di Gianni e Giulia, che ne dici, ti interessa?

Nelle mie letture estive sono rimasto colpito da una storia raccontata da Vishen Lakhiani di un esperimento condotto con un pesce rosso e un piranha.

Ho provato ad approfondire per scoprire la fonte di questo studio ma entrambi rimarremo con l’incertezza che questa sia una storia vera o solo un’interessante aneddoto. 😉

A prescindere da questo, la storia è davvero molto interessante!

Uno scienziato prende un acquario, lo divide in due aree separate da una invisibile lastra di vetro ed inserisce da una parte un pesce rosso ben nutrito e nell’altra un piranha affamato.

Quest’ultimo nota subito la sua preda e il suo desiderio di poterlo mangiare cresce, l’istinto infatti lo porta proprio a cacciare e ad agire con la sequenza di stimoli: cibo > piacere > felicità. Spinto dalla voglia di riempirsi lo stomaco si fionda sulla sua preda ma a sua insaputa sbatte con violenza contro la lastra di vetro.
Ovviamente non si arrende, deciso e determinato ci riprova ancora ma continua a schiantarsi ripetutamente contro la parete di vetro.
Questa esperienza in qualche modo lo porta a cambiare l’associazione che attribuiva al pesce rosso, perciò mentre prima provava eccitazione, appetito, voglia di andare a predarlo, adesso ci vede male, dolore, tribolazione, frustrazione, fatica e così rinuncia alla sua preda.
Quando lo scienziato nota questo nuovo comportamento di rinuncia, decide di rimuovere la lastra di vetro ritenendo quindi che il pesciolino avrebbe avuto vita breve.

Il piranha però essendosi convinto che quel pesce rosso per lui significhi soltanto dolore e non più eccitazione legata al nutrimento, smette di andarlo a mangiare limitandosi a nuotare intorno ad esso senza avvicinarsi nemmeno, anche se è lì, a due pinnate da lui, senza possibilità di scappare altrove.

Spesso viviamo anche noi in amore la stessa esperienza del piranha, schiantati, doloranti, colpiti da qualcosa che non riusciamo nemmeno a vedere: una durissima lastra invisibile.
Ci sono tanti single che hanno rinunciato all’amore perchè si sono scottati troppe volte ed è evidente che sono loro sbagliati. Ci sono coppie che smettono di vivere una relazione felice perchè si sono arrese e credono che quell’aspetto della relazione non si possa più cambiare. Ci sono persone che dopo qualche botta sulla lastra di vetro pensano che la felicità sia irraggiungibile e zittiscono così ogni chiamata ad andare oltre se stessi e a cercare di costruire una vita straordinaria e appagante come nel profondo del cuore desiderano.

Riconosci che quella lastra di vetro non c’è più! È stata già tolta dal tempo o puoi toglierla tu stesso/a, lavorando su di te!

Buona nuova settimana!
Che sia la vostra settimana senza invisibili lastre di vetro!

_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *