×
/ C'è posta per la vostra coppia! / Il lato positivo del limite, anche nelle coppie
il lato positivo del limite

Il lato positivo del limite, anche nelle coppie

Ciao !Buongiorno e buona settimana! Inizia una nuova settimana e nel quartier generale Briicks avviene nel migliore dei modi: con 7 colloqui per allargare il team! Non ci aspettavamo di destare tutto questo interesse e non ci rendevamo conto di quante persone facciano un lavoro che non amano o di cui non condividono i valori! Siamo […]

Categoria: C'è posta per la vostra coppia!

Articolo di: Marco Mattio

Ciao !
Buongiorno e buona settimana!


Inizia una nuova settimana e nel quartier generale Briicks avviene nel migliore dei modi: con 7 colloqui per allargare il team!
Non ci aspettavamo di destare tutto questo interesse e non ci rendevamo conto di quante persone facciano un lavoro che non amano o di cui non condividono i valori! Siamo quindi davvero grati del fatto che amiamo ciò che facciamo e che poco per volta questo stia diventando per noi un’attività principale.
Se ce l’avessero detto 2 anni e mezzo fa quando la scintilla di Briicks ha innescato tutto, non ci avremmo creduto.

Venerdì inoltre è andato online il nuovo sito. Ci sono ancora tantissime pagine da concludere e da raffinare ma spesso se attendi che ogni cosa sia perfetta non andrai mai avanti. Per esempio se state procrastinando la scelta di sposarvi nell’attesa che la vostra relazione divenga perfetta, devo darti la brutta notizia che… non vi sposerete mai! 😉

Ma non è questo quello di cui volevo scriverti oggi !

Vorrei invece parlarti dei limiti. E nello specifico di come spesso le persone spesso mettano un accento negativo sui limiti che l’essere all’interno di una Relazione di coppia comporta.

È indubbio che la vita di coppia ci ponga dei limiti e che quando smettiamo di essere single non possiamo più fare i conti solo con noi stessi.Ma quel vincolo che nasce con la relazione ci limita o forse è anche in grado di aiutarci?

Uno studio canadese (Maria non centra nulla) ci mette di fronte al fatto che i limiti spesso siano nostri alleati e non per forza nemici da combattere.

Immagina questi studiosi canadesi che accompagnano alcuni bambini in 2 parchi del tutto simili, attrezzati con numerosi, splendidi e divertenti giochi e che differivano tra loro da un unico aspetto, il primo parco era delimitato da un recinto mentre il secondo era totalmente immerso nella natura senza alcun confine.

Diversamente da ciò che gli studiosi si attendevano, i bambini che si trovavano nel parco senza recinzione, intimoriti dall’assenza di limiti rimasero quasi tutto il tempo a pochi metri di distanza dagli insegnanti a differenza dei loro piccoli colleghi “nel recinto” che esploravano senza esitazione e con molto entusiasmo ogni centimetro quadro del parco a loro disposizione.

Anche se all’interno del recinto qualcuno può sentirsi in gabbia la verità tutti bisogno di confini, limiti che ci definiscano, barriere da superare che al tempo stesso ci facciano da punto di riferimento.

Attenzione, non fraintendermi, non ti sto dicendo sederti e startene tutta la vita nel recinto ma al contrario di imparare a riconoscere che quel limite (che spesso la relazione ti rende evidente) non è per forza male, anzi può esserti d’aiuto per metterti a confronto e per capire dove sei e dove vuoi andare!

_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *