La teoria del cancello

Eccoci pronti per la teoria del cancello!
Immagina di incastrarti una mano nella portiera dell’auto.

Dai Briicks, ma è già lunedì mattina, perché vuoi farmi soffrire così?

Qual è la cosa che ti viene istintiva fare?

Qualche attimo di urla e improperi e poi scuoteresti ripetutamente e vigorosamente la tua mano. Ne sono certo!
È una azione istintiva, non ti metti di certo a pensare: “Ok, ora potrei scuotere la mano! 😝 “. E sai perché lo fai?
È per via della la teoria del cancello, ovviamente!

Purtroppo non ho le competenze tecniche per spiegarti a livello biochimico cosa accada e quindi ti devi accontentare di una spiegazione “da bar”:

il movimento attiva alcune fibre propriocettive fa da “cancello” alla propagazione dell’informazione del dolore. Trovandosi così un passaggio bloccato la progressione della sensazione dolorosa, rallenta.

Nella realtà è davvero molto semplice: in maniera istintiva massaggiamo la zona dolorante e scuotiamo la mano per sentire meno dolore.

Ecco, questa cosa del muoversi è analoga in tanti altri capi della vita:

– hai ricevuto una botta sul lavoro facendo involontariamente un danno? Muoviti, fa’ in modo che la tua azienda recuperi ciò che le hai fatto perdere.

– hai creato un dissapore tra amici? Non rimanere fermo/a immobile ad attender e chissà che cosa! Agisci per rimediare.

– noti che la tua relazione sta soffrendo per un colpo che ha ricevuto? Non stare a guardare passivamente ma scuotila, muovila, fa’ che il dolore si blocchi attraverso la tua azione e poi riparti da lì mettendoti in gioco.

Quando il dolore si sarà fermato allora ci saranno le giuste condizioni per riaprire a poco a poco il cancello del cuore e dare così nuovo vigore alla vostra relazione.

Ti auguriamo di cuore una buona settimana e uno stupendo mese di aprile!

Un abbraccio grande da

Marco e Maria

Se questo contenuto ti è piaciuto, condividilo e aiuterai altre coppie a crescere e ad amarsi ancora di più

Facebook
Twitter
Pinterest
Tumblr
WhatsApp
Telegram

Lascia un commento

Seguici sui Social Media

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti

Potrebbero interessarti anche

0

Il tuo carrello è vuoto