×
/ crescita di coppia / Tradimento nella coppia, comprenderne le dinamiche
Tradimento nella coppia

Tradimento nella coppia, comprenderne le dinamiche

Quando si parla di tradimento nella coppia è facile fare di tutta l’erba un fascio: rimanere in superficie e navigare nel mare dei luoghi comuni oppure fare una valutazione molto semplicistica che prende in considerazione solo determinati aspetti senza tenere in considerazione che probabilmente di fronte ad un tradimento avvenuto, la coppia stava già in […]

Categoria: crescita di coppia

Articolo di: Marco Mattio

Quando si parla di tradimento nella coppia è facile fare di tutta l’erba un fascio: rimanere in superficie e navigare nel mare dei luoghi comuni oppure fare una valutazione molto semplicistica che prende in considerazione solo determinati aspetti senza tenere in considerazione che probabilmente di fronte ad un tradimento avvenuto, la coppia stava già in qualche maniera vacillando. È facile concentrasi sui ruoli che si creano nella dinamica del tradimento: chi tradisce e chi è tradito, schierandosi in accusa di uno o in difesa dell’altro dimenticandosi un po’ troppo facilmente che prima dei ruoli ci sono delle persone in tutta la loro interezza e sia che si viva il tradimento dal di fuori o che lo si debba affrontare dal di dentro, l’unico modo per camminare sul campo minato del tradimento di coppia è quello di comprendere nel profondo quali sono le dinamiche che hanno portato la coppia lì.

Dall’alleanza al tradimento nella coppia…

Mi sono sempre chiesto quale sia il preciso momento in cui in una relazione ci si dica: “ti sarò fedele”. Ci sono dei sì ufficiali nel matrimonio civile  o anche solo nella scelta di andare a convivere (anche se non mancano di certo i casi di quelle coppie che decidono di rimanere in una relazione aperta, ma allora per queste persone l’articolo finisce esattamente [qui]), ma ci sono tanti sì che sono sottintesi e frutto della nostra cultura e delle abitudini del nostro ambiente. In fondo è il desiderio insito in ciascuno di noi di costruire qualcosa di prezioso, di solido che vada oltre il tempo e oltre le piccolezze del quotidiano. C’è un vincolo di unione, che lentamente si crea dalla frequentazione al fidanzamento e che spesso faremmo bene ad esplicitare.

Quando nasce una coppia, e in modo particolare quando si decide di essere famiglia si sta costruendo un’alleanza profonda dei cuori che si coltiva e alimenta ogni giorno con la propria scelta di amare e lasciarci amare dal nostro partner. C’è un’alleanza che è più profonda del semplice “non amerò nessun altro” o “non andrò a letto con altri”, un accordo di complicità, di fiducia e di dedizione di sottile sostegno reciproco che getta le fondamenta per costruire tutto il resto. È su quell’alleanza dei cuori che si costruisce la casa di una relazione comune.

Come si crea un tradimento nella coppia?

Il tradimento, che fin da qui ci teniamo a precisare, non è solo questione di sesso ma tocca gli ambiti più disparati (approfondiamo tra poco), nasce sempre da una crepa o una spaccatura, nella quale si insinua qualcos’altro. Raramente ciò avviene se non c’è prima lo spazio, spesso un vuoto che viene reclamare di essere riempito. È per questo che il tradimento nella coppia non è mai qualcosa che trova le proprie responsabilità nell’atteggiamento di soltanto uno dei due partner, il più delle volte anche se è difficile ammetterlo, tocca entrambi.

Riuscire ad affrontare il dolore che un tradimento provoca con la forza di chi è capace di assumersi le proprie responsabilità lontani da un atteggiamento vittimistico è davvero qualcosa di grande, impegnativo e richiede una maturità e un temperamento straordinario. Ma riuscire a vivere attivamente questa responsabilità dona libertà interiore e potrebbe essere davvero l’occasione di una svolta di felicità per la propria vita.

Vista così qualcuno potrebbe pensare che i ruoli di vittima e carnefice si ribaltino, e che il tradimento sia la naturale conseguenza di un vuoto lasciato dal proprio partner. Il ragionamento fatto prima vale a maggior ragione per chi tradisce: che cosa hai fatto anche tu per impedire che quel vuoto si creasse? Che atteggiamento hai scelto di avere di fronte alle fatiche di quel vuoto che stavi vivendo? Perché non sei riuscito a dialogare prima?
Purtoppo la dinamica del tradimento porta ad avere tutti perdenti, mentre riuscire a custodire l’alleanza vuol dire riuscire a vincere entrambi, sempre.

La coppia è quel luogo in cui o si vince insieme o si perde entrambi. Non ci sono vie di mezzo.

I tre piani del tradimento nella coppia

Spesso ci chiediamo cosa sia il tradimento. Il pensiero le attenzioni rivolte a qualcun’altro? Un bacio? Un coinvolgimento sentimentale? Il sesso extraconiugale? Una dimenticanza grave? Ci sono tantissime sfumature che conviene approfondire per imparare a custodire l’alleanza e imparare a difendere la relazione da quelle possibili fenditure che possono nascere all’interno di una relazione.
Per comprendere il campo di azione del tradimento dobbiamo prima riconoscere quali sono le caratteristiche di un individuo e come ad esse si associa il tradire. Il tradimento coinvolge i tre piani costitutivi dell’identità dell’Uomo:

  • la dimensione corporea: il corpo. Questa è semplice, e non dobbiamo spiegarla.
  • una dimensione psichica: la mente, considerando tutto ciò che è ad essa connesso, i nostri pensieri e la ragione.
  • la dimensione spirituale: che siate credenti o meno, aderenti ad una religione o no, la dimensione spirituale non viene meno! C’è un qualcosa che non appartiene solo alla mente o al corpo ma costituisce una terza dimensione, che caratterizza le aspirazioni, i desideri, lo spirito…

Se come individui ci riconosciamo costituiti e definiti da queste tre componenti allora saranno anche tre i piani sui quali si sviluppa il tradimento nella coppia:

Il tradimento fisico

Tradire la fiducia di un legame intimo che coinvolge in modo esclusivo due persone: per molti questa cosa significa un rapporto sessuale, ma davvero le sfumature sono molto ampie. Qualcuno vive come tradimento anche un bacio. Ci sono attori (forse un po’ estremisti) che chiedono una controfigura per tutte quelle scene che coinvolgono il contato fisico e intimo. Non è quindi solo una “questione tecnica” (di professione devo appoggiare le mie labbra su quelle di un’altra persona), ma si può vivere un profondo rispetto per il proprio corpo custodendolo come dono all’interno del rapporto di coppia.

Il tradimento dei sentimenti

Il tradimento che coinvolge non in maniera esclusiva il corpo ma in sè i sentimenti. Ci si sente traditi perchè il partner si coinvolge sentimentalmente con qualcun’altro. Non è un qualcosa che si limita all’agire ma sconfina in ciò che è l’intenzione,  e i sentimenti. Questa forma di tradimento tocca ancora più nel profondo e le donne reputando il fatto ancora più grave, del “semplice” tradimento fisico.

Il tradimento dello spirito

C’è un tradimento più sottile che spesso si dà per scontato, sul quale siamo disposti a passarci sopra con molta leggerezza ma genera taglietti profondi e fastidiosi che portano la complicità di coppia ad evaporare. È il tradimento di un sogno desiderato e costruito insieme, il tradimento della coppia in virtù di altri interessi o anche solo del semplice trarre esclusivamente soddisfazione dall’attività lavorativa (questo capita spesso agli uomini). Questa forma di tradimento nella nostra società non viene nemmeno percepita, si dà per scontato che in virtù del molto lavoro, si possa trascurare la coppia. Si tradisce così la complicità e l’attenzione al proprio partner.

In questa categoria infine troviamo anche il tradimento di se stessi, delle proprie aspirazione e dei propri ideale. Può capitare che per non tradire il rapporto con un partner si finisca di tradire se stessi e questo avrà alla lunga conseguenze molto negative sul benessere di coppia. Occorre imparare a dialogare con pazienza e profondità e sapere esprimere nel modo migliore al proprio partner ciò che si sta vivendo.

Come si affronta?

Ci piacerebbe avere la bacchetta magica e avere un rimedio o un antidoto contro il tradimento nella coppia. Piccolo o grande che sia l’unico modo per affrontarlo è quello di guardare in faccia le cose come stanno e trovare il coraggio di interrogarsi su quale sia il bene più profondo. La via dell’Amore è in grado di risanare e rimarginare le ferite, piccole o grandi che siano. Ma certo non c’è una ricetta che possa stabilire in maniera univoca che cosa sia amore e cosa no. Lì si è chiamati ognuno di fronte alla propria situazione e ferite a scegliere e a reagire! Che atteggiamento scegli di adottare? Quali sono le motivazioni che ti possono spingere a rinsaldare quella spaccatura che ha portato al tradimento?

Infine, sfogare le emozioni sarà molto importante ma certamente non è mai opportuno agire di istinto sull’onda delle emozioni. Ascoltarle ma non lasciare che siano essere a guidare la propria vita di coppia. La guida è meglio lasciarla all’amore, e imparare ad amare day by day, mettendo un mattocino alla volta uno sopra l’altro.

_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *