×
/ coppie e figli / I figli allontanano la coppia? No! A patto che….
i figli allontanano la coppia

I figli allontanano la coppia? No! A patto che….

I figli allontanano la coppia? I dati dicono di sì. Tuttavia noi vi diciamo di no, a patto che la coppia sia matura e disposta a far sì che il cuore venga dilatato dal dispendio di energie e di fatiche che inevitabilmente i figli richiedono. Questo “allenamento” al dono di sé permette anche all’amore coniugale di crescere e di consolidarsi. Così facendo la conseguenza è non solo una continua vicinanza di coppia, ma anche un salto di qualità!

Categoria: coppie e figli

Articolo di: Sara Foradini

Avete letto articoli e dati, sentito amici o conoscenti sentenziare che i figli allontanano la coppia e vi siete spaventati o  semplicemente vi state chiedendo cosa cambierà tra di voi con l’arrivo di un figlio? Vi capisco perché un anno fa ho partorito la nostra prima figlia e poco prima, mentre vivevo i mesi di trepidante attesa tra i vari interrogativi e le diverse curiosità che accompagnano la gravidanza, mi è capitato di leggere questo articolo  che cita il Dr Bernard Geberowicz, co-autore del libro “il Baby-clash”. Egli dichiara che “dal 20 al 25% delle coppie si separano nei primi mesi dopo la nascita del bebé. E questa cifra è in crescita continua“. Lo stesso dottore afferma: l’arrivo del bambino provoca una crisi, modifica l’equilibrio della coppia. Ma questo non implica necessariamente una separazione. Al contrario, il cambiamento può rivelarsi positivo […] Tuttavia, il bambino può anche agire come catalizzatore, rivelando o aggravando problemi già esistenti. D’altronde, l’idea di fare un figlio per risaldare la coppia è quasi sempre un’iniziativa destinata al fallimento. […] Un altro fattore è all’origine del baby-clash: fare figli sempre più tardi. Dato che, oggi, l’età media della prima gravidanza in Italia è  di trent’anni: “I genitori, e in particolare le donne, hanno più responsabilità e impegni da gestire con l’età, tanto a livello professionale, che sociale e personale”. L’arrivo del bambino avviene tra tutte queste priorità. Le tensioni rischiano così di essere più forti. “E oggi, non appena appare una difficoltà nella coppia, si pensa più facilmente ad una separazione come soluzione, sottolinea il Dottor Geberowicz.

Adesso che l’ho vissuto sulla mia pelle, volevo condividere con voi alcuni commenti riguardanti queste parole e la diceria che i figli allontanano la coppia, tenendo sempre conto che questa è la nostra storia ed ognuno ha la sua! 

Davvero i figli allontanano la coppia?

Quando nasce un bambino, nascono anche due persone nuove. Moglie e marito rimangono tali, ma diventano anche madre e padre con annessi ruoli e dinamiche prima sconosciute. I neo genitori provano tanti nuovi sentimenti totalizzanti, sperimentano fatiche e responsabilità diverse. Per alcune coppie questo periodo è molto critico e per tutte è fonte di grande dispendio di energie.
Tuttavia posso testimoniare che se la coppia ha instaurato una buona intesa prima dell’arrivo del primogenito, nonostante i vari cambiamenti con la nascita di un figlio si assiste ad un moltiplicarsi di gioia. Il pargoletto viene visto come prolungamento dell’amore sponsale, il prodotto della fusione delle due vite e dei due destini!

E dunque nessuna difficoltà?

Certo che sì! La fatica rimane, ma due persone mature che hanno consolidato un rapporto di coppia maturo si rendono conto che è grazie a questa fatica che il cuore si dilata.
L’allenamento alla fatica ed al dono di sé permette di crescere e maturare su tutti i fronti, quindi anche nel riuscire ad amarsi tra sposi.
Se la moglie cerca di far di tutto per non trascurare il marito nonostante quel frugoletto così adorabile che tiene tra le braccia e quest’ultimo riesce ad impegnarsi davvero per far sentire amata la moglie anche con quei chili in più o in meno, con il nervoso dato dagli ormoni o la tristezza post partum quello che si ottiene è un amore più grande.
Sicuramente ci sono stati cambiamenti anche per noi, momenti in cui abbiamo sentito nostalgia per quello che eravamo, litigi e giornate in cui è prevalso ed ancora prevale l’egoismo e non ci amiamo come dovremmo. Nel complesso però posso dire che diventare genitori non ha tolto niente al nostro amore sponsale, anzi! Penso che questo sia dipeso anche dall’età come affermato dal dottore, perché avendo venticinque anni ho ancora potuto riorganizzare la mia vita in base ai mie bisogni e a quelli della mia famiglia. Inoltre essendo rimasta incinta subito dopo il matrimonio non ho faticato nel non trascurare mio marito.

Ma quindi chi ha qualche anno in più o diventa genitore dopo alcuni anni di matrimonio è spacciato? Sicuramente i figli allontanano la coppia se non è giovane?

Non sono un’esperta, ma conosco molte famiglie belle ed anche numerose che mi portano a rispondere un bel NO! In generale credo che avere dei figli in una situazione sana e non critica permetta di dimostrare al partner che lo si ama con gesti concreti: da parte mia può esser stato non avergli chiesto di fare notti in bianco sapendo che il giorno dopo si sarebbe alzato per andare a lavoro, da parte sua essermi stato così vicino mentre ero in ospedale prima, durante e dopo il parto e così via…
Penso che ognuno trovi la sua quadra, ma che un messaggio bello e possibile sia questo: l’arrivo di un figlio non è per forza un motivo di crisi per la coppia! Sicuramente è un momento di cambiamenti, ma se affrontati con la giusta maturità permettono al cuore di fare più spazio, il muscolo cardiaco si allena ed i risultati diventano tangibili anche tra marito e moglie!
Dopotutto se ci pensate viviamo gran parte della vita allenandoci fin da piccoli come se dovessimo diventare super esperti in molti campi, basti pensare al modo in cui vengono vissuti gli sport sin dal periodo dell’infanzia, eppure per una cosa così importante come imparare ad amare davvero le persone che ci sono accanto guai a parlare di impegno e dedizione.
Secondo la mentalità comune sembra che ovunque si annusi sentore di qualcosa di faticoso se la si debba dare a gambe, ecco un altro elemento che porta a dire che i figli allontanano la coppia; eppure la fatica è una cosa semplice che esiste da sempre e che se compresa permette non solo di crescere, ma anche di cogliere che al suo interno vi sono tesori inimmaginabili.

Mi ritrovo molto nelle parole riportate da Mariolina Ceriotti Migliarese, medico neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta, nel suo libro La coppia imperfetta: “la nascita di un figlio rappresenta un momento cruciale per la coppia e può costituire l’occasione preziosa per un consolidamento ed un salto di qualità nel rapporto
Tuttavia resta importante per poter negare che i figli allontanano la coppia, non abbassare mai la soglia dell’attenzione proprio come lei stessa continua: “Allo stesso tempo però, soprattutto oggi, questo passaggio costituisce anche uno snodo particolarmente delicato, proprio perché dà origine a una nuova relazione strutturalmente molto forte a potenziale discapito di una relazione (quella coniugale) strutturalmente più debole: richiede perciò un impegno consapevole da parte dell’uomo e della donna per non allentare il proprio legame, ma al contrario per sostenerlo e alimentarlo con particolare consapevolezza.”

Dopotutto, che una buona manutenzione di coppia sia necessaria lo avevamo già detto anche noi!

 

 

 

 

 

 

_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *