×
/ C'è posta per la vostra coppia! / Statico o dinamico
Statico o dinamico

Statico o dinamico

Ciao ! Buon lunedì e buona ultima settimana di gennaio! Pronti con il messaggio di ispirazione settimanale! Si parla di mindset e partiamo subito con una domanda! Se dovessi fare un colloquio di lavoro per assumere una nuova risorsa chi vorresti prendere in squadra con te: una persona che ha sempre e solo avuto successi […]

Categoria: C'è posta per la vostra coppia!

Articolo di: Marco Mattio

Ciao !
Buon lunedì e buona ultima settimana di gennaio!

Pronti con il messaggio di ispirazione settimanale! Si parla di mindset e partiamo subito con una domanda!

Se dovessi fare un colloquio di lavoro per assumere una nuova risorsa chi vorresti prendere in squadra con te: una persona che ha sempre e solo avuto successi o una con tanti fallimenti significativi in curriculum?

Contrariamente a quanto viene spontaneo rispondere, la NASA predilige profili che hanno una buona dose di fallimenti nel proprio bagaglio di esperienze. Scelgono di respingere le persone con storie di puro successo e tendono a selezionare le persone che hanno vissuto fallimenti significativi ma sono state in grado di riprendersi.

Perché questo? Per il mindset: una persona che si è risollevata da un fallimento è più probabile che abbia sviluppato una mentalità dinamica al contrario di un collezionatore seriale di vittorie che probabilmente ha degli schemi mentali più statici e rigidi.

Carol Dweck, nel suo libro Mindset, Cambiare forma mentis per raggiungere il successo (straconsigliato se vuoi approfondire l’argomento) parla infatti di due tipologie di mindset: statico è dinamico.

Chi ha un mindset statico ritiene che ognuno abbia ricevuto una certa quantità di talento, doti e intelligenza e quindi il successo è il frutto naturale di abilità ereditate alla nascita. Un po’ come un barattolo che al momento di venire al mondo viene riempito e poi durante il corso della vita può dare nella misura in cui è stato predisposto.
Chi vive con questo atteggiamento mentale rifugge ogni forma di fallimento, perché una semplice sconfitta dimostrerebbe una evidente mancanza di talento.

Anche nella coppia questo mindset impatta notevolmente. Chi ha questa mentalità crede che l’affinità di base sia la cosa più rilevante e che l’amore sia frutto delle compatibilità tra due persone. Il pensiero chiave a è un po’ questo: “Se dobbiamo lavorarci allora è segno che qualcosa tra noi, non vada bene”.

Devo ammettere che anche io fino a poco tempo fa credevo che l’intelligenza fosse una dote e non potesse essere espansa ma ho compreso poco per volta che non è così. 😊

Chi invece vive con un mindset dinamico, crede che il successo sia frutto delle proprie azioni e dei propri sforzi. Un fallimento non ti definisce come fallito ma è solo uno specchio che ti mostra il punto in cui ti trovi: “non hai ancora lavorato a sufficienza per raggiungere quell’obiettivo”.
Chi gode di una forma mentis dinamica sa che il successo è frutto dell’impegno e della dedizione e vive questa cosa anche nelle relazioni. Sa infatti che non è questione di essere predestinati ma di quanto ci si mette in discussione per creare una dinamica vincente nel rapporto di coppia.

La tentazione è quella di incasellarsi e riconoscersi nell’una o nell’altra tipologia di mindset. Per fortuna non ci sono confini rigidi e ognuno di noi ha sempre degli atteggiamenti di una o dell’altra tipologia.
Ciò che è auspicabile cercare è dare più possibile spazio al mindset dinamico che è certamente quello che ci consente di costruire relazioni più forti, ricche e profonde nell’Amore.

Che sia una settimana ultra dinamica!

Un abbraccio e buona settimana

_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *