Il Samurai invincibile

Ciao !
Eccoci con la consueta mail del lunedì per nutrire la tua relazione di coppia! ❤️

Come tutti i lunedì prima del messaggio settimanale facciamo un piccolo recap con alcune novità del progetto Briicks!
Qualcuno ci chiede se ci sono novità da Banca Etica ma no, non ci hanno ancora risposto! 😞

Vi aggiorneremo appena avremo notizie!

Tra le tante novità ti segnaliamo le 2 più importanti:

💎 È finalmente tornato a disposizione Our First Year Love, il dono per aiutare gli sposi nel loro primo anno di matrimonio. In nostro fornitore non produceva più quel tipo prodotto e così abbiamo speso moltissime energie per selezionarne uno nuovo. E siamo davvero felici di dire che il nuovo tessuto è ancora più bello!

💎 Giovedì insieme alla psicologa Paola Libanoro chi lo desidera può seguire il WEBINAR gratuito sul litigio di coppia: “L’amore non è bello se non è litigarello”.
Chi volesse registrarsi trova il link nel PS di questa email.

In questi giorni di preparazione del webinar e percorso sul litigio di coppia mi è tornata in mente una vecchia storia che oggi vorrei condividere con te.

Vicino a Tokyo viveva un vecchio samurai che si dedicava all’insegnamento ai più giovani. Sebbene fosse già in età avanzata, secondo la leggenda era comunque in grado di sconfiggere qualsiasi avversario.
Un giorno, un guerriero noto per la sua mancanza di scrupoli, passò vicino alla casa del vecchio samurai. Era famoso per provocare i suoi avversari e, quando questi perdevano la pazienza e commettevano un errore, contrattaccava. Il giovane guerriero non aveva mai perso una battaglia.
Conosceva la reputazione del vecchio samurai, quindi voleva sconfiggerlo per aumentare ulteriormente la sua fama. I discepoli del maestro si opposero ma il vecchio accettò la sfida.
Andarono tutti in piazza, dove il giovane guerriero iniziò a provocare il vecchio samurai:
Lo insultò e gli sputò in faccia. Per parecchie ore fece tutto il possibile per far perdere la calma al vecchio samurai, ma egli rimase impassibile. Alla fine del pomeriggio, esausto e umiliato, il giovane guerriero si ritirò.
Deluso dal fatto che il suo insegnante accettasse così tanti insulti e provocazioni senza reagire, i suoi discepoli gli chiesero:
– Come hai potuto sopportare tanta indegnità? Perché non hai usato la tua spada, anche se potevi perdere invece di mostrarti come un vigliacco davanti a tutti noi?
Il vecchio rispose:
– Se qualcuno viene da te con un regalo e tu non lo accetti, a chi appartiene il dono?
– A chi tentò di consegnarlo, naturalmente – rispose uno dei discepoli.
– Lo stesso vale per l’invidia, la rabbia e gli insulti – spiegò il maestro – Quando non li accetti continuano ad appartenere a chiunque li abbia portati con sé.

Magari all’interno della vostra coppia, non si arriva agli sputi, agli insulti e all’odio di cui parla il samurai ma quello che è certo è che il male che l’altro involontariamente ci fa può aggrapparsi a noi oppure scivolare via.

Siamo noi a decidere quale delle 2 possibilità si realizzi, attraverso il nostro atteggiamento e soprattutto mediante la nostra intenzione d’amore.

Buona nuova settimana (che vada oltre i conflitti),
se ti interessa ci vediamo giovedì in diretta al webinar sul litigio.

Marco e Maria

Se questo contenuto ti è piaciuto, condividilo e aiuterai altre coppie a crescere e ad amarsi ancora di più

Facebook
Twitter
Pinterest
Tumblr
WhatsApp
Telegram

Lascia un commento

Seguici sui Social Media

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti

Potrebbero interessarti anche

0

Il tuo carrello è vuoto