×
/ matrimonio e dintorni / Genitori che non approvano il matrimonio: il test!
genitori che non approvano il matrimonio, preparare il matrimonio

Genitori che non approvano il matrimonio: il test!

Se i vostri genitori disapprovano la vostra scelta, non apprezzano il/la compagno/a che avete scelto, se dicono che siete troppo giovani, se vi propongono di andare solo a convivere piuttosto che sposarvi, se ficcano il naso in modo insistente nei preparativi, se minacciano di non venire al vostro matrimonio, se fanno pressioni perchè le cose […]

Categoria: matrimonio e dintorni

Articolo di: Marco Mattio

Se i vostri genitori disapprovano la vostra scelta, non apprezzano il/la compagno/a che avete scelto, se dicono che siete troppo giovani, se vi propongono di andare solo a convivere piuttosto che sposarvi, se ficcano il naso in modo insistente nei preparativi, se minacciano di non venire al vostro matrimonio, se fanno pressioni perchè le cose si facciano a modo loro oppure se sono totalmente disinteressati alla cosa allora questo post è per voi! Come prima cosa state tranquilli che non siete i soli, il mondo è pieno di genitori che disapprovano e in modo particolare genitori che non approvano il matrimonio!

Il matrimonio è tuo! I genitori che non approvano il matrimonio dovrebbero starne fuori

Se chiedete in giro, siamo sicuri che la maggior parte delle risposte sarà: “Di chi è il matrimonio? È tuo no? Quindi decidi tu!”. La teoria è questa, e la condividiamo anche noi: il matrimonio è un momento importante in cui prendi in mano la tua vita e la doni al/alla tuo/a sposo/a, quindi è fondamentale che chi si sposa abbia in mano la propria vita! La pratica però a volte è ben differente, il matrimonio è un passo importante anche per i genitori che di punto in bianco si trovano a dover affrontare un grosso cambiamento, e non è scontato che ne siano pronti.

Da sempre poi il matrimonio è stato un modo per unire le famiglie, per suggellare accordi e anche se i tempi sono cambiati, una memoria ancestrale rimane e nel concreto tutti si scontrano con essa! L’unica è andare un po’ in profondità e capire qualcosa di più di ciò che sta accadendo!

Abbiamo quindi pensato a sette domande che possano esservi d’aiuto per chiarirvi le idee: avrete così gli strumenti giusti per valutare le cose da un nuovo punto di vista. Prima però fate il nostro test della verità…

Genitori che non approvano il matrimonio il test!

Che carattere hanno i vostri genitori?

Spesso quando si crea un conflitto con un’altro, specialmente se un genitore, ci si dimentica che dietro al ruolo c’è una persona. È un po’ come se i genitori, con il fatto che si siano occupati della nostra educazione e abbiano provveduto a noi (con tutti i loro pregi e limiti) accompagnandoci nel nostro diventare adulti, non dovessero avere limiti. Invece prima di essere genitori sono anche loro persone, con tutti i loro limiti e insicurezze, con il problema in più che magari non vogliono mostrare le proprie debolezze a voi e non sono così preparati a vivere quel cambiamento che il vostro matrimonio porterà.

Vedetela così: voi state scegliendo il matrimonio, loro invece per forza di cose lo subiscono (non dipende da loro), e ognuno reagisce a modo proprio, chi volendo controllare tutto, chi sentendosi in dovere di proferir parola su ogni cosa, altri in maniera opposta rifiutano i fatti, c’è chi vivone la paura di non essere stato un genitore così bravo.

Finchè non ne parlarete apertamente, chiedendo loro lo sforzo di condividere con voi ciò che stanno vivendo, sarà difficile migliorare quella situazione! Metteteli a loro agio, trovando il luogo ed il momento giusto, siamo certi che farete enormi passi avanti…

Quali sono gli interessi dei vostri genitori ad ostacolarvi?

Alla base ogni conflitto, ce lo insegnano Fisher, Uri e Patton nell’Arte del negoziato, ci sono degli interessi. La cosa interessante che emerge nel libro, è che spesso diamo per scontato che le parti prendano le proprie posizioni assumendo di avere interessi opposti. Anzalizzando bene una situazione si può scoprire che nella magior parte dei casi, spesso gli interessi non lo sono, anzi molte volte coincidono. Nel caso del vostro matrimonio l’interesse è il medesimo: voi volete sposarvi perchè volete essere felici con la persona che amate. I vostri genitori che non approvano il matrimonio, lo fanno proprio perchè ci tengono alla vostra felicità, e non reputano che quella sia una scelta giusta.

L’interesse quasi sicuramente è lo stesso: la vostra felicità! Avete un enorme punto di incontro! Si tratta ora di capire perchè le vostre posizioni siano così distanti, è un fatto di simpatia: non appezzano il vostro partner? Oppure c’è qualcosa di più!? In ogni caso, smettete di metterla sul personale perchè nel maggiore dei casi siete entrambi dalla stessa parte! Fate allora chiarezza e riconoscete che siete dalla stessa parte, riuscirete così ad approcciare al problema con più leggerezza!

Come è il vostro rapporto con i genitori?

Anche se è dura da ammettere e siamo convinti di essere molto liberi, la verità è che siamo molto condizionati dai comportamenti dei nostri antenati e genitori. L’80% tende a ripetere le stesse scelte, i modelli acquisiti nel proprio ambiente famigliare. Il restante 20% va in contrasto facendo scelte opposte. A loro volta i genitori hanno ereditato dei comportamenti dei vostri nonni e la loro storia personale influisce sulle loro credenze impattando in maniera considerevole su di voi.

Qualche esmpio? Dei genitori separati o divorziati tenderanno a scoraggiarvi sulla scelta di sposarvi. Se invece si sono sposati molto giovani e hanno fatto fatica a gestire i cambiamenti del parner nel tempo (riconoscendolo come un errore) si sentiranno in dovere di mettere sul piatto la propria esperienza diventando rapidamente genitori che non approvano il matrimonio.

Riconoscete i loro condizionamenti e capirete perchè reagiscono così. Avrete strumenti in più per spiegare le vostre motivazioni e soprattutto per essere nel 20% della torta che non ripete gli errori dei genitori e potrete diventare così una coppia straordinaria!

Perchè vi state sposando?

Ci sono tante motivazioni che ci conducono al matrimonio. La prima (per fortuna oggi è così) è che ci si ama. Ma ce ne sono tante altre, più o meno nobili e guardarle in faccia è molto utile:

  • È per voi il modo più semplice per andarsene di casa.
  • C’è un desiderio di donarsi a qualcuno, a prescindere dall’altro.
  • La voglia di un momento romantico ed emozionante riconosciuto da tutti.
  • Il bisogno di certezze e sicurezza all’interno di quella relazione.
  • Motivazioni di credo religioso che impongono l’astensione da rapporti sessuali.
  • L’idea che con il matrimonio quell’amore durerà per sempre (?)
  • Il bisogno di “possedere” l’altro e il riconoscimento dell’esclusività del rapporto

Riconoscere tutte le motivazioni che stanno dietro alla vostra scelta di sposarvi vi farà capire qualcosa di più anche sull’opposizione dei vostri genitori.
Magari state fuggendo da loro perchè sono oppressivi. Non è una cosa sbagliata, l’importante è che fondiate il matrimonio sull’amore di coppia e non su una fuga, potreste trovarvi a dover fuggire di nuovo.

Rendersi prima indipendenti e allontanandosi dai condizionamenti famigliari è un’ottima scelta. Così donerete anche al vostro sposo/a una persona più libera e più grande!

Chi sta pagando il matrimonio?

Questo è uno dei temi clou: chi mette i soldi? Se pagate voi il vostro matrimonio siete certamente più liberi di fare quello che volete, ma è allo stesso tempo un’illusione. Il denaro non dà il potere alle cose. Sono le persone a dare il potere al denaro.

Mi spiego meglio con un esempio! Sia che il conto finale lo paghiate voi, sia che l’assegno lo stacchino i parenti, il fatto che dobbiate invitare al matrimonio la prozia Carluccia (che voi non avete mai visto in vita vostra) perchè se no si offende, è e rimane un problema. Si tende a utilizzare il denaro come leva per farsi forza: chi paga si sente in dovere di forzare la propria posizione. Mentre è davvero utile tenere il denaro fuori dai problemi, a prescindere da chi paghi trovate un’accordo sul senso della presenza della sconosciuta zia Carluccia al vostro matrimonio! Non è questione di soldi, metterli in mezzo complica le cose senza ragione. E poi per esperienza personale possi dirvi… non irrigiditevi e fatevi sorprendere dalle possibilità!

Che cosa capita se chiedi al/alla fidanzato/a di aspettare?

Non è che per caso avete fretta di sposarvi? I genitori che non approvano il matrimonio spesso lo riconoscono a livello più o meno inconscio. Che cosa capita alla vostra relazione se scegliete prendete tempo? Se va tutto a rotoli, allora mancavano le basi e il disappunto dei genitori è stato davvero un dono prezioso. Senza esagerare e nei giusti modi, il fidanzamento è un momento per mettersi alla prova e il fatto di procrastinare non vuol dire darla vinta ai genitori ma darsi il giusto tempo per valutare se quella cosa è davvero il vostro bene.

Un po’ di tempo in più è assai utile anche ai genitori per maturare, comprendere e rivedere le proprie posizioni. Vedetela in positivo, il no può essere davvero un’opportunità!

Credete che i vostri genitori saranno infelici per colpa vostra?

Se è così, forse dovete slegarvi un po’ da loro e farlo è una cosa importante e urgente! Portarsi nel matrimonio un legame con i genitori troppo forte è un fattore di pericolo che può compromettere il suo successo. Pensateci, qual è lo scopo del genitore? Non è “crescere un figlio felice”, come risponde la maggior parte delle persone! Un genitore è davvero realizzato quando il proprio figlio diventa adulto, autonomo, capace di prendere scelte importanti per sè, per la propria vita, per le persone che lo circondano, quando si assume le proprie responabilità.

Proprio per questo non dovete avere paura di slegarvi, di prendere le distanze, di disobbedire e di scontentare i genitori che non approvano il matrimonio. Più li scontantate (nei limiti della ragione ovviamente), più dimostrate che sono state dei bravi genitori e più li onorate (ok, ci metteranno un po’ a capirlo)! E il vostro affetto nei loro confronti non viene messo in discussione. Anzi, proprio perchè siete in un legame libero potrete amarli ancora di più con tutti i loro pregi e difetti!

Datevi del tempo per trovare le risposte a queste domande, vedrete che poco per volta sarà tutto molto più chiaro!

Allora ragazzi, non ci resta che farvi di cuore i nostri più Briickosi auguri di buon matrimonio..! Oppure di buon cammino per arrivare a costruire un matriomonio dei cuori straordinario!

 

 

 

 

 

_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *