×
/ Briicks Risponde / Stiamo insieme ma lui vive ancora con la ex

Stiamo insieme ma lui vive ancora con la ex

Rispondiamo ad una richiesta anonima che ci ha contattati scrivendoci:

Ciao! Sto insieme al mio compagno da 2 anni, eravamo entrambi sposati con altri, sua moglie era incinta di 8mesi e io in procinto di comprare casa. Io ho lasciato mio marito subito. Lui dopo 1anno, ma continua a vivere nella stessa casa, non prende coraggio.
Considerando che in questo anno ha sempre temporeggiato, ha ammesso di non aver coraggio di lasciare i bambini a prescindere di affrontare un divorzio, (so per certo che non stanno insieme) quanto è lecito temporeggiare, dopo quanto è inutile aspettare? Lui sa della mia insofferenza e promette di farlo presto, per costruire una vita con me. Ma io sono scoraggiata.

Se vuoi che rispondiamo a una tua richiesta, scrivici qui:

Se non ti è possibile guardare il video, ti lasciamo anche la trascrizione della nostra risposta in video.

Presentazioni: parla Marco.

Ciao, qui Marco di Briicks per un nuovo episodio di briicks risponde, la rubrica che teniamo insieme a Agnese Lombardi, psicologa psicoterapeuta, per aiutare le coppie che hanno difficoltà e condividono dei momenti difficili , così proviamo a dare un piccolo spunto, qualche parola, qualche consiglio per cercare di migliorare la situazione o anche solo provare a guardarla da un punto di vista differente.

L’amica che ci ha scritto oggi ci condivide questa che situazione che personalmente reputo un po’ complicata: ci dice che sta insieme al suo fidanzato da due anni. Quando l’ha conosciuto ha lasciato suo marito, stava comprando casa, quindi era un momento sicuramente di cambiamento, ma lui anche era sposato con un’altra donna e dei bambini.

Però lui questo salto, questo passaggio, non riesce a farlo e quindi la domanda che ci fa è: quanto è lecito aspettare di fronte a una situazione che è così? Grazie per aver condiviso tutto questo ,vediamo tante situazioni simili alle tue e sono situazioni complesse in cui è sempre difficile riuscire a dare uno sguardo, ma noi ci proviamo lo stesso e speriamo che queste parole possono esserti di aiuto.

Qual è il bene?

Come prima cosa io vorrei concentrarmi sulla domanda che ci hai fatto, cioè se è lecito aspettare e quanto è lecito aspettare. Ecco, io credo che sia lecito aspettare anche tutta la vita se quella persona è la persona che è stata pensata per te, allo stesso tempo in questa situazione l’unica cosa che mi viene da dirti è che non credo che sia la domanda giusta per affrontare la dinamica che state vivendo.

La domanda più opportuna è questa: qual è il bene? Qual è il tuo bene cara amica che ci hai scritto? qual è il bene del tuo fidanzato, ma quale anche il bene delle vostre famiglie diciamo iniziali e le famiglie di partenza ? Qual è il bene di questi bambini che sono figli del tuo fidanzato, del tuo compagno?

La cosa bellissima, strafiga del bene e che non c’è un bene che è specifico e singolare solo per una persona: non c’è solo il tuo bene e il suo bene, ma il bene, quando è realmente bene, è un bene per tutti: un bene che funziona per te, per il tuo compagno, per le vostre famiglie, per i vostri mariti e mogli , per i vostri figli .

Non è una situazione facile, un qualcosa di semplice e immediato ma questo bene è un bene che va conquistato e che è possibile. Quello che ti invito a fare è proprio chiederti qual è il bene in questa situazione, il bene per tutti quanti!

Agnese risponde:

Ciao a tutti e ciao amica che ci hai scritto a Briicks risponde. Quella che ci descrivi è una situazione davvero complessa e complicata, per te che la vivi ma anche per noi, doverti dare un consiglio non è semplice.

Il primo concetto che mi ha un po’ richiamato è quello del terreno fertile per la coppia, visto in un articolo che ho scritto per briicks e che riguarda appunto il crescere insieme in coppia. Riprendevo e facevo un po’ un paragone tra il terreno fertile per far crescere una pianta e l’ambiente fertile per far crescere una coppia. Quello che mi domando nel tuo caso è se, nel vostro caso appunto il terreno sia fertile per farvi crescere come coppia, dal momento in cui siete in stallo e tu stai aspettando ma lui non sembra riuscire a muoversi.

Il vostro terreno è abbastanza fertile? c’è la possibilità di crescere come coppia? in questo momento mi sembra proprio che la risposta sia no.

Lui ancora molto legato alla sua famiglia forse non se la sente di  lasciare i propri figli e di separarsi e da questa famiglia, non tanto dai figli quanto dalla famiglia che ha pensato di costruire con un’altra donna in questo momento.

Devi capire quale sia la sua volontà, cioè se c’è questa volontà o meno perché se la volontà non c’è diventa poi difficile riuscire a crescere come coppia e pensare a un progetto comune.

L’amore è questione di scelta.

E allora, per quanto tempo devi aspettare? Quello che è un po’ mi viene da dirti è, fino a quanto tu vuoi aspettare! Tra i fondamenti di briicks c’è che l’amore è anche un po’ una questione di scelta e quindi sei tu che devi un po’ fare la tua scelta.

Oltre al sentimento che vi lega e che vi ha portati a fare anche delle delle scelte importanti, soprattutto in questo caso per la tua vita, lui ancora è legato alla sua famiglia e tu invece hai deciso di separarti, quindi mi viene da dire: se questo sentimento così travolgente in qualche modo vi ha condotto a unirvi , basta per continuare il vostro rapporto? è abbastanza forte per farvi fare una serie di scelte? per te lo è stato per lui non lo so.

Nelle scarpe dell’altro!

L’altro spunto che vorrei darti è un po’ questo, quello di provare a metterti nelle scarpe del tuo fidanzato, del tuo compagno e anche un pochettino, se ci stai, nelle scarpe di sua moglie perché è vero che tu in questo momento desideri che lui lasci la sua famiglia e venga da te.

Questo per te sarebbe un fatto enorme, saresti veramente piena e contenta di questa sua scelta perché sarebbe per te idealmente la testimonianza più grande del fatto che lui sta scegliendo te e ama te, ma sta attenta alla trappola che questa cosa nasconde perché lì dietro, dietro a questo scegliere si rivela anche un qualcosa di molto negativo che è questo: nel momento in cui lui sceglierà te abbandonando la sua famiglia che ha scelto di costruire, tu hai di fronte un uomo che di fronte un’ infatuazione non sa essere fedele alla parola data e quindi in qualche maniera avrai sempre il dubbio che quello che ha vissuto con te, cioè lasciare tutto per seguirti, un domani non lo faccia con un’ altra.

Attenta, non ti sto dicendo che accadrà questo, non ti sto dicendo che tu vali come qualsiasi altra persona, ma c’è un dubbio un qualcosa che è sicuramente dentro di te si insinuerà.

Molteplici sfaccettature.

Ti invito a guardare questa cosa da tutte le sue angolature e sfaccettature, non soltanto da quella principale da cui tu sei, pensa un po’ a te stessa, a cosa vuoi tu, a cosa cerchi tu per la tua vita, se cerchi una relazione e se vuoi riprovare a costruire una relazione con un’altra persona datti un tempo, stabilisci un limite e stabiliscilo tu, non lasciare che sia lui a farlo, perché in qualche modo è anche la tua vita che è in gioco e poi lui vedrà cosa fare della sua.

Però non aspettare troppo, non lasciare che l’innamoramento, la passionalità e la voglia di vivere a fondo questo sentimento si blocchino in ciò che vuoi tu per la tua vita.

Quindi due cose: il primo è valutare con lui se c’è la possibilità di crescere come coppia, non solo di volervi bene, di passare dei bei momenti insieme, ma di fare un percorso di crescita, di creare un progetto che sia vostro includendo sicuramente anche figli di lui, però ecco c’è la possibilità di creare questo progetto? se non c’è forse è il caso allora di troncare questa relazione perché non è forse quello che tu cerchi passare semplicemente dei bei momenti insieme.

Perchè t’ingrovigli?

L’ultima cosa che ti invito a fare è quello di cercare di capire perché ti stai ingrovigliando in delle situazioni, delle dinamiche così complesse.

A me è successo, non ero sposato come te però vivevo una dinamica che era molto simile : ero passato da una relazione che era complicata ad una che era ancora più complicata, e ad un certo punto ho aperto gli occhi e ho detto “caspita marco ma sei tu la costante di tutte queste relazioni che non stanno funzionando!” Perché stai cercando una situazione così difficile? soprattutto una situazione in cui il cuore non è libero?

Un cuore libero.

Ti stai trovando di fronte a questo: alla scelta di uomo che non è in grado di sceglierti, non perchè non ha il coraggio di lasciare tutto ma perché il suo cuore in qualche maniera è già donato a sua moglie, anche se probabilmente le cose non funzionano, ma è anche dato ai suoi figli, alle scelte prese, al suo impegno.

Tradire questa situazione non è soltanto tradire sua moglie, è anche tradire se stesso e ciò che è un po l’immagine di sé, quindi un passo enorme, importante.

Sicuramente questa è una domanda difficile e non è proprio facile rispondere così al brucio, ma al tempo stesso ti invito a lavorarci un po’ sopra e capire che cosa si nasconde dietro.

Sicuramente questa non è la risposta che volevi sentire, però credo che sia importante che ognuno riesca a guardare in faccia la verità, e questa spero che possa essere un’occasione per te, per vedere le cose così come stanno e andare un po’ in profondità.

A te e al tuo desiderio di un amore grande e forte e duraturo, auguro comunque il meglio: per te e per la tua relazione. Un saluto da me e tutto lo staff di briicks.

Facci sapere, ciao!

 

_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *