×
/ Briicks Risponde / Stasi della nostra relazione? Rispondiamo!

Stasi della nostra relazione? Rispondiamo!

Una ragazza che ci ha chiesto di rimanere anonima ci scrive: Stiamo insieme da quasi 9 anni, già da qualche anno siamo in una situazione di stasi… siamo pigri direi, non c’è più passione, intimità, complicità, divertimento e comunicazione (io la cerco molto ma lui è chiuso di carattere). Ne abbiamo parlato più volte, concludendo che ci amiamo ancora molto, c’è grande affetto e stima per cui vale la pena impegnarsi e riprovarci. Ma dopo qualche giorno in cui siamo tutti e due più attenti l’uno verso l’altro risprofondiamo poi nella noia e routine. Ci sono sicuramente anche problemi e preoccupazioni fuori dal rapporto di coppia che influiscono sull’umore. Come possiamo recuperare il nostro rapporto e ridargli vita?

 

Se non riesci a vedere il filmato ecco la trascrizione di quanto abbiamo detto:

Ciao qui Marco di Briicks con un nuovo episodio di Briicks Risponde insieme alla nostra psicologa psicoterapeuta Agnese Lombardi.
Insieme vogliamo rispondere a una ragazza che ha chiesto di rimanere anonima e noi rispetteremo ovviamente questa sua richiesta!
Ricapitoliamo però un pochino quello che ci ha detto: stanno insieme da otto anni e il suo fidanzato si trovano però a dover affrontare una situazione in cui la passione è venuta a mancare non c’è più dialogo non c’è più quell’intimità dell’inizio. Hanno provato anche a parlarne sono però arrivati un po la conclusione che c’è tanta stima c’è tanto affetto e l’amore c’è quindi vogliono provare a risolvere ad affrontare è quello che stanno vivendo.

Una coppia un po’ statica? Si chiede Agnese

Ci sono tre punti su cui mi sono un po’ più soffermata e sui quali vorrei darti un po il mio parere è il mio consiglio primo punto è questo tu ci parli appunto di una coppia un po’ statica con questo momento che ha perso la sua vitalità la sua linfa vitale. La mia domanda è qual è stata la spinta vitale che cosa all’inizio mi ha dato la forza di unirvi come coppia e di riunirvi come persone diverse. Ma che in qualche modo avevano l’intenzionalità hanno scelto l’uno e l’altra quindi che cosa vi ha tenuto insieme all’inizio della vostra coppia e vi ha spinto a prendere la decisione comunque di continuare il vostro percorso di coppia ancora per diversi anni quindi il mio consiglio è quello di andare a a ritrovare queste basi . Provate un po’ ad annaffiarle in qualche
modo come se la vostra coppia fosse una pianticella in cui il fusto le foglie si sono seccate ma le radici forse sono ancora vive quindi dando un po’ di sole un po’ di acqua alle radici della pianta
potrà ritornare a rinverdirsi e perché no, a  rifiorire.

Darsi per scontati, continua poi Marco

Può capitare che una relazione un po’ si appiattisca col tempo e che ci dia per scontato tutto quello che usualmente si fa perché si cade un po’ in una routine in cui tutti i giorni sono uguali e non c’è nessun contrasto, nessuno vertenza, nessuna cosa che rende particolare e speciale qualche momento. Sì, ci si può impegnare per creare dei
momenti speciali delle occasioni probabilmente è quello che è il loro hanno fatto ma anche allo stesso tempo è un guizzo è più il frutto di una forza di volontà che effettivamente un cambiamento profondo questa cosa la coppia spesso è tutto normale. Non è un caso che tante coppie vengono a conoscenza dei prodotti Briicks, in particolare la Love Island non nella fase in cui ci si conosce ci si conosce (il motivo per cui abbiamo pensato Love Island) ma per recuperare un po’ quella che è la relazione e il rapporto e cercare quindi di rompere un po’ la routine.  Questa routine è sia un bene perché permette di creare una stabilità nella la coppia ma anche male perché appiattisce tutto quello che è vitalità all’interno della coppia e la relazione poco poco si spegne diventando
un’abitudine.

Una sofferenza di coppia o solo personale? Chiede Agnese

Il secondo punto che già iscritto sul quale mi sono soffermata e tu ci hai sottolineato che lui è un po’ chiuso per cui la mia domanda è questa: la tua richiesta è una richiesta di coppia
oppure è una richiesta tua nel senso che sei tu all’interno della coppia a soffrire di più di questa situazione ad essersi accorta di questa situazione a spingere per un cambiamento oppure è
una sofferenza comune di cui entrambi vi siete accorti? Sembra che possa essere una persona un po’ chiusa, io me lo sono immaginato così no il tuo compagno. Una persona un po chiusa che in
un’abitudine alla fine ci sta male e soprattutto non esprimere questa sua sofferenza ma magari sei tu a dover tirare fuori dalla sua bocca delle parole rispetto a questa situazione.
Allora se questo è quello che succede, il mio consiglio è quello di fare un passo indietro se in questo momento tu non hai le forze le energie per impegnarti per la vostra coppia per prendere in mano e mettere vitalità nella coppia perché ormai le tue energie si sono prosciugate lascia lui lo spazio tirati indietro e lascia che sia lui a prendersi cura della vostra coppia ad annaffiarla a dargli un po di energia perché forse finora a te ne si è occupata fin troppo e per questo in qualche modo è finita l’energia perché tu non ne hai più e quindi forse il momento che sia lui a mettere le sue forze le sue energie e anche dare quindi una direzione un po più anche sulla vostra coppia.

Individuare e recuperare i momenti importanti dice Marco

Ecco qual è il consiglio di fronte a questa dinamica e molto semplice sicuramente andare a recuperare quelli che sono i momenti importanti passati quando facevate quando la coppia funzionava quando c’era questa vitalità di fondo un’altra cosa e potrebbe essere interessante andare a scrivere quello che lo schema che ripercorre te e probabilmente ogni giorno provare a rompere questo schema cambiare le carte in tavola sicuramente creare un qualcosa di divertente in questa situazione aiuterebbe mood spesso capita che una coppia si adagi su quella che sono le sicurezze delle
routine e invece c’è proprio bisogno di andare a sparigliare un po’ le carte per esempio lanciarvi delle sfide in cui magari ogni giorno fate qualcosa di diverso una cosa semplice che potreste
fare sarebbe quella di andare a scrivere su un foglio un elenco 50 cose che vi piacciono e che e vi fanno stare bene personalmente anche non per forza di coppia poi ogni giorno scegliete di farne una devono essere cos’è chissà quanto particolari e straordinarie, anzi devono essere piccole cose che però imparate di nuovo a gustare e ad assaporare perché forse quello che è venuto a  mancare è un po’ quel di più quelle energia quella voglia di vivere che contraddistingue una qualsiasi persona ma anche una coppia che è viva! La coppia che è viva ama vivere, fare
cose, vivere esperienze e questo sapore nuovo per voi ma in qualche maniera che avrete già sicuramente gustate in passato dovete riuscire a riscoprirlo e chiarirlo fuori, non andando a cercare all’esterno cose che sono per voi ma probabilmente ad andare a cercare all’interno quindi profondità e apprezzare tutte quelle sfumature, tutti quei colori tutte quelle cose bellissime
che in realtà ci sono nel quotidiano spesso iniziamo a dare per scontato. Questo dare per scontato crea una patina grigia su cui poi la vitalità si spegne.

Non si può essere sempre up! Parola di Agnese

il terzo punto è questo: provate un po a riscoprire nuove energie che possono arrivare da contesti diversi una coppia dopo un po’ di tempo che sta insieme è normale che abbia un momento di calo questo è assolutamente fisiologico. Non si può essere sempre up, ci sono dei momenti anche di stasi in cui comunque anche solo c’è bisogno di sistemarsi dopo una convivenza uno deve
riequilibrare se stesso e la coppia alla luce di questo cambiamento dopodiché, è giusto che ci sia di nuovo una nuova energia nuova vitalità, un nuovo sprint che vi porti ad andare avanti quindi la prima cosa appunto rassicurarti un po’ sul fatto che possa essere normale soprattutto dopo un grosso cambiamento un momento di stasi e se però allo stesso tempo che forse il vostro progetto ha bisogno di essere ripreso e di avere nuove energie e quindi do come prendere queste nuove energie il mio consiglio è quello di provare a cambiare un po’ contesto a trovare degli spazi come coppia e come individui in cui potervi dare dei nuovi stimoli arricchirli personalmente individualmente e anche come coppia. Questi erano un po i miei tre punti: quindi riscoprire le basi lasciare più spazio a lui è il terzo punto è riprendere in mano ai vostri progetto di coppia cercando nuovi spunti nuovi stimoli nuove energie all’esterno della coppia per poter riprendere e ricominciare nel vostro cammino di coppia

Fare compartimento stagno di fronte ai problemi, conclude poi Marco

Un altro aspetto di cui ci avete parlato e quello dei problemi dell’esterno spesso i problemi esterni le preoccupazioni vanno a intaccare la coppia quindi il proprio sguardo rivolto spesso all’esterno e non all’interno della relazione quindi il tempo che si passa insieme non è un tempo di qualità un tempo pieno in cui sicura la propria razione del proprio rapporto in cui si è realmente presenti all’altro e un tempo in cui si sta vivendo insieme ma in realtà la testa e soprattutto il cuore sono proiettati sugli altri problemi un consiglio su questo è veramente molto semplice quando è rientrata a casa o meglio non so se quando chiudete probabilmente la porta della stanza a cui ci sono questi problemi eventualmente di lavoro di famiglia non non ci avete specificato però quando ci sono dei problemi questi problemi. Cerchiamo il più possibile di lasciarli fuori della relazione! La relazione è uno spazio sacro dentro il quale non può entrare nulla, non posso entrare le altre persone ma non può entrare neanche un problema è il centro quello è un nido da coltivare e protetto quello è un nido da proteggere dentro il quale non può entrare. È difficile fare questo i compartimenti stagni non è una cosa che si può fare sempre di continuo ma è una cosa fattibile un po di esercizio poco per volta e riuscire a tenere diciamo separato quella che il rapporto di intimità della coppia come luogo speciale rispetto tutti quelli che sono i problemi esterni vanno a intaccare sicuramente troverete la vostra modalità di dialogo per andare a parlare un po’ più profondo delle cose che vi preoccupa.
Spero di esserti stata d’aiuto di averti dato qualche stimolo in più da portare  appunto all’interno della coppia e ti auguro comunque una buona continuazione di poter continuare con serenità il
vostro percorso e faccio sapere un po’ come va! Con questo vi salutiamo gli auguriamo il meglio per questo cambiamento che desiderate apportare alla nostra vita e vi ringraziamo anche per la fiducia che avete mostrato nel acquistare le esperienze Briicks.
_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *