Come lasciarsi andare senza paure

Rispondiamo ad una richiesta anonima che ci ha contattati scrivendoci:

Non riesco a lasciarmi andare, ho sempre paura che se mi lascio andare in amore la persona si approfitti poi di me. So di essere insicura, ma questo mi porta a vedere il mio ragazzo sempre in modo distorto. E lui, a sua volta, diventa scontroso a volte e perde di dolcezza e affetto. Vorrei provare a essere io la prima che riesce a lasciarsi andare, magari scopro un uomo ancora più meraviglioso..ma come? Come si fa a mettere da parte l’orgoglio? Come si fa a non aver paura?
Come si fa a mettere da parte l’orgoglio e lasciarsi andare senza paure?

Se vuoi che rispondiamo a una tua richiesta, scrivici qui:

Briicks risponde! Qualche consiglio per voi

Iniziamo con le presentazioni:

Ciao a tutti ,qui Marco di Briicks insieme alla psicologa-psicoterapeuta Agnese Lombardi per un nuovo episodio di Briicks Risponde, la rubrica in cui rispondiamo alle persone che ci sottopongono un po’ le loro situazioni, i loro problemi e noi, come fossimo degli amici al bar, diamo dei piccoli consigli senza la presunzione di risolvere tutti i problemi del mondo, però magari qualche piccolo consiglio può aiutare per svoltare, per creare quel cambiamento di cui la coppia ha bisogno.

La risposta che diamo è pubblica così tutti quanti possono ascoltarla e se qualcuno ha un problema simile, magari ci si ritrova e può essere d’aiuto anche ad altri.

Oggi rispondiamo ad un’amica che ci ha scritto e chiede di rimanere anonima e ci scrive così: ho sempre paura che se mi lascio andare in amore la persona si approfitti di me… questa insicurezza la condiziona tantissimo anche all’interno della sua relazione, convive con un ragazzo e ad un certo punto lui un po’ si indispone quindi questa sua insicurezza di fondo va a colpire, condizionare tutta quanta la relazione e ci chiede come fare a fidarsi, come che fa ad uscire un po’ da questa situazione.

Intraprendere un cammino non scontato:

Cara amica che ci hai scritto grazie innanzitutto per il tuo metterti in gioco! Il fatto che tu desideri un amore grande per te e per il tuo ragazzo, questa cosa già in qualche maniera ti sta portando ad ottenere dei risultati e a costruire questo cambiamento che tu desideri portare nella tua vita e quindi si tratta di camminare, non è un cammino scontato, non è semplice, però il primo passo l’hai già fatto e quindi bene bene bene!

La condizione bella dell’amore è un po’ proprio la precarietà, cioè il fatto che tu ti doni, che mostri all’altro questo, come sei in tutta la tua fragilità e l’altro proprio di questa tua fragilità può farne un po’ quello che vuole, può muoversi come un elefante in una cristalleria oppure può prendere questa fragilità, questa piccolezza e riempirla di amore, portarla ad avere più forza per diventare appunto più forte e più solido.

L’amore come stimolo a crescere:

L’amore aiuta tantissimo a crescere e a far uscire i punti deboli che abbiamo e in qualche maniera a guarire. Un punto chiave dell’amore è proprio l’amore che chiede di porsi di fronte all’altro, con le proprie fragilità e la tua domanda è proprio come fare questa cosa qua.

La prima cosa che mi viene in mente per risponderti è pensare un po’ questo: pensare che c’è una porta del cuore e quindi per entrare nel cuore bisogna aprire la porta.

Questa porta si apre solo dall’interno, sei tu a poter aprire o no e l’altro che arriva non può entrare dentro con la forza e per di più si immagina che questa porta sia o chiusa o aperta e invece questa porta può essere socchiusa e l’altro di fronte a questa porta bussa e trova una porta che può essere aperta, può essere aperta anche molto lentamente e quindi non viene spalancata subito e neanche l’altro entra e fa tutto quello che vuole, certo, non è neanche che bussa e trova chiuso perché se no non sareste a convivere.

Lentamente e a piccoli passi:

lentamente puoi lasciare entrare la persona che ami e lentamente si guadagna un pochettino di fiducia. Ti accorgi soprattutto tu che ti puoi fidare di questa persona, che non è un salto nel vuoto, un salto troppo grande, ma poco per volta, a piccoli passi questa porta si apre, lentamente, lentamente, lentamente.

Il secondo aspetto che vorrei dirti è: ma che cosa può accadere? Spesso pensiamo che ci possano essere delle conseguenze tragiche di fronte a degli accadimenti ma in realtà l’unico luogo dove accadono queste cose è nella nostra testa e allora io ti invito a fare un piccolo esercizio pratico e di scrittura.

Farlo ti aiuterà molto a concretizzare le cose, i pensieri a volte rimangono un po’ eterei, invece il fatto di scrivere, di sforzarci a mettere nero su bianco queste cose ci aiuterà a concretizzare e poi a poter rileggere e a guardare anche con distacco queste cose.

Pensieri nero su bianco:

Ti propongo di scrivere su questo foglio tutte le cose che possono capitare, le conseguenze del fatto di aprirti, donarti al tuo ragazzo, al tuo fidanzato. Che cosa potrà mai capitare?

Scrivi tutte le cose brutte e tutte le cose belle e poi di fronte alle cose brutte scrivi anche quali possono essere le conseguenze, anche le conseguenze gravi, vacci pesante non deve preoccuparti,  poi però di fronte a queste, il terzo passo che ti chiedo di fare è quello di cancellare tutte quelle conseguenze di fronte le quali pensi che proprio sarà impossibile riprenderle e molto probabilmente non rimarrà più nulla in questo elenco.

Sì certo affrontarle richiede impegno, ci mancherebbe, però non sarà un pericolo che mette a repentaglio la tua felicità, mentre perdere tutte le cose belle, le conseguenze belle, questo sì potrebbe mettere a repentaglio la tua felicità.

Come in un film:

Il terzo punto di cui vorrei parlarti è quello che mi viene sempre da chiamare Inception, non so se hai presente il film e se non lo hai visto ti consiglio di vederlo perché è il mio film preferito quindi assolutamente da vedere! 😉

Però in questo film cosa capita? C’è un’idea che è molto nel profondo e che va a condizionare la vita di qualsiasi persona. Ti invito allora ad entrare un po’ nel profondo e può essere difficile ma potrebbe essere utile farlo accompagnati da qualcuno però, se no vai a fare danni e fare dei cambiamenti stravolgimenti pazzeschi.

Puoi andare nel profondo a cercare qual è quel punto chiave, quel momento che ha creato in te la credenza che non ti puoi fidare dei ragazzi, che se ti fidi di ragazzi poi loro ne approfittano.

Il momento chiave:

Sicuramente c’è un momento chiave che sta condizionando tutto quello che è il tuo pensiero di oggi, magari quella cosa che tu hai sentito entrare nel tuo cuore così nel profondo sta condizionando tutto quanto.

Ritorna in quel punto e ama quella persona che ti ha detto questa cosa, a te stessa invece dì la verità di tutta la vita sull’amore, cioè che l’amore non porta fregature, l’amore è abbondanza, l’amore può riempirti e non c’è nulla da temere dall’amore e nulla da temere dai ragazzi con cui costruisci un rapporto profondo. E con questo è tutto per me, passo la palla ad Agnese!

Marco passa la parola ad Agnese:

Allora, io parto da quest’ultimo concetto perché lavorare nel profondo è un po’ più il mio campo e quindi mi sembra giusto darti magari qualche spunto oltre a quelli che ti ha già dato Marco per provare un po’ a pensare come agisce questa paura nella tua vita.

La prima domanda che mi viene da farti è se questa paura la vivi solo nella relazione col tuo ragazzo oppure anche in altre relazioni in cui comunque senti di non riuscire completamente ad affidarti o riuscire completamente a confidarti, lasciarti andare.

Analizzare la corazza:

Questo tuo desiderio di andare un po’ oltre alla superficie per riuscire a costruire un rapporto, una relazione d’amore profonda è legato ad ora, oppure è un desiderio che c’è sempre stato ma che non sei mai riuscita a realizzare proprio per questa corazza che ti sei costruita?

Perché nel secondo caso mi viene da dire che anche i suggerimenti che ti ha dato Marco rispetto alla porta e alla lista delle conseguenze, possono esserti molto utili per iniziare un cammino di profondità.

Se invece è un desiderio, una corazza che c’è sempre stata e hai percepito nella tua relazione, ecco forse bisogna iniziare a scavare un po’ più a fondo dentro di te per capire quali sono le ragioni di questa corazza che hai messo su. Da dove arrivano e come mai non riesci a liberartene?

Risaltare il desiderio di profondità:

Credo sia molto bello il tuo desiderio di andare a fondo nell’amore e di costruire una relazione appagante in cui sentirti completamente te stessa per poterti affidare all’altro; è vero che se non lo fai è difficile anche per l’altro riuscire a farlo, quindi diventa un po’ un cane che si morde la coda, ma è altrettanto vero che la consapevolezza di voler arrivare a quell’obiettivo e di che cosa in qualche modo te lo impedisce è un buon punto di partenza.

Un’altra cosa che mi colpiva è la parola orgoglio, cioè tu ci chiedi come mettere da parte l’orgoglio e mi chiedo un pò questo: il tuo orgoglio che ruolo ha nel costruirti la tua corazza?

E con questa domanda ti salutiamo, soprattutto dacci tue notizie!

Ciao da noi e da tutto il team Briicks!

 

 

Lascia un commento