×
/ Briicks Risponde / Come accettare il passato di una persona?

Come accettare il passato di una persona?

Briicks Risponde ad una richiesta anonima! Ecco la sintesi della sua richiesta:

Dopo diverse delusioni e sofferenze con uomini che non volevano impegnarsi per il futuro ho conosciuto un uomo serio, maturo e stiamo insieme da quasi un anno e conviviamo da qualche mese. il mio problema è mentale: lui è stato sposato anche se solo civilmente (per fortuna perchè io vorrei sposarmi davanti a Dio) con una donna con cui non c’era praticamente amore ma solo sostegno economico e affettivo, per suo spirito di protezione, non avevano rapporti, praticamente un matrimonio non consumato. nonostante tra noi ci sia grande intesa e amore, complicità e sincerità su tutti i fronti, a volte mi faccio prendere dal pensiero di questo suo passato. non mi piace l’idea che sia stato sposato perchè ho sempre immaginato un uomo “Libero” da vincoli e ho invidia per quelle che trovano uomini del genere che io vedo come perfetti. il mi problema nasce dalla difficoltà di concentrarmi sul presente, di accettare il passato. il mio problema nasce dal confronto con gli altri e dall’invidia, dai pregiudizi mentali verso gli sposati (frutto di un retaggio educativo che mi è stato inculcato perchè mia madre mi ha sempre detto “mai con uno sposato”). Come accettare il passato di una persona? come superare l’invidia e il confronto e accogliere la propria unicità e quella della coppia? come concentrarsi sul presente e sul futuro? come superare i propri blocchi mentali di pregiudizio (anche se razionalmente lo so, poi emotivamente risulta complesso superare i momenti di crollo in cui ripenso al suo passato e non mi sento la prima e unica… come se io non avessi un passato, poi… ma tendo a vedere solo la pagliuzza nel suo occhio e a giudicarlo crudelmente…). come superare il perfezionismo e accrescere l’autostima? grazie mille per qualsiasi, anche minima, indicazione! complimenti, siete bravissimi!

Se vuoi che rispondiamo ad una tua richiesta, scrivici qui.

Ci presentiamo!

Ciao a tutti, qui marco di briicks insieme alla psicologa-psicoterapeuta Agnese Lombardi per un nuovo Briicks Risponde, la rubrica che teniamo in briicks per aiutare tutte le coppie, tutti gli amici che ci contattano, ci scrivono e ci chiedono un piccolo aiuto, un piccolo confronto sulla loro vita.

Spesso ci scrivete in chat chiedendo supporto, noi non riusciamo a darvelo in chat perché dobbiamo entrare molto in profondità e allora vi rimandiamo a questi momenti e per questo vi chiediamo di spiegarci un po’ più nei dettagli la situazione e poi rispondiamo con un video dedicandovi il tempo che serve. Oggi rispondiamo a una ragazza c’è scritto e ci ha riportato un testo lunghissimo e ringraziamo per averlo fatto perché più mettete i dettagli e più questa cosa ci dà la possibilità di capire determinate dinamiche.

Ci sono tante persone che vendendo questo filmato potranno trarre degli spunti, dei benefici ed è questo il motivo per cui le risposte che diamo non sono private e personali ma sono pubbliche.

Un passato prezioso

La prima cosa che mi viene da dirti è wow, aver trovato una persona così non è scontato! Spesso si incontra una persona con cui c’è una simpatia e non c’è però poi tutta questa intesa come racconti te, o uno alla fine si accontenta un po’ , o si costruisce castelli in aria, invece da quello che ci racconti è proprio bello che ci sia una reazione così e vorrei provare a farti mettere lo sguardo su un punto molto preciso che è: quest’uomo così bello e così appassionato è così com’è proprio grazie al suo passato.

Proprio perché lui ha vissuto determinate esperienze, ha vissuto la sua vita e la vita l’ha fatto diventare così bello ai tuoi occhi ed è pronto per la vostra relazione. Anche io e mia moglie sono conosciuti relativamente tardi, e lì ci siamo detti che dovevamo incontrarci prima, cioè quanto tempo abbiamo perso…questa è un po’ la tentazione di tutti quanti, dire caspita avrei voluto vivere degli anni in più insieme a te!

Il cammino che ti ha portata qui e ora

E’ il cammino che io ho fatto, i miei fallimenti, le mie sofferenze e tutto quello che ho dovuto combattere con le relazioni precedenti a Chiara che mi hanno fatto diventare così come sono, pronto per guardare lei con certi occhi e accogliere il suo amore in questo modo, grazie alle mie storie, al mio passato io sono così e posso amarla.

Quindi concentriamo davvero lo sguardo su questa cosa.

Togliere i tarli interiori

L’altra cosa che vorrei dirti è di stare molto attenta a questo pensiero che può diventare un tarlo che rode dentro, che rosicchia e va poi purtroppo a minare quello che è la sanità e la bellezza del vostro amore e in questo sta la tua responsabilità, non permettere a questo tarlo di entrare e di indebolire il corso dell’ amore, perché è un pensiero che non è fondato su un qualcosa di oggettivo, lui non è che ti stia trascurando, non è ancora col cuore impegnato con l’ex moglie, dal tuo racconto lui è un uomo libero, è quello che desideri, quindi questa idea che sta lavorando in profondità devi riuscire in qualche maniera a metterla da parte.

Profezie auto-realizzanti

Proprio di fronte a delle idee che abbiamo, su delle ferite che tu hai anche detto legate ai pensieri che hai ereditato, ecco di fronte a questo si creano delle profezie che sono auto realizzanti. Quindi, io penso che lui non sia libero, mi comporto in un certo modo, con sfiducia inizio a diventare sospettosa…insomma davvero problemi la relazione si inquina e lui cerca respiro da un’altra parte e quindi proprio come tu pensavi, lui smette di essere uomo libero e su questa cosa dobbiamo veramente starci attenti.

Aderenti al presente

La terza e ultima cosa che voglio dirti è questa, di stare aderenti al presente.

L’idea che viviamo nel presente ma pensando al passato è contro natura nel senso che abbiamo soltanto questo momento, abbiamo solo il presente. Vivere nel presente proiettati al passato è certamente una cosa che non aiuta la coppia ad avere il suo respiro e quindi a fiorire, a continuare ad essere la bella relazione che ci hai descritto .

La voce della psicologa Agnese

Leggendo quella che è la tua richiesta, quello che ho immaginato è che tu sappia esattamente tutto ciò che chiedi a noi, cioè che tu abbia ben presente quelle che sono le risposte che noi possiamo darti e che giustamente sei in grado di dartele anche da sola quindi sei forte in questo, il tuo pensiero è forte e capace di andare oltre alla paura che tu senti.

Ma come sempre quello che noi pensiamo razionalmente spesso non è accompagnato dalle emozioni, quindi quelle paure, per quanto possiamo provare a convincerci razionalmente a non provarle, alla fine ci sono e fuoriescono da qualche parte.

Comunque sei stata anche brava nel saperle riconoscere nel saperle condividere con noi secondo me l’unico pezzetto in più che io posso suggerirti di fare è proprio quello di guardare al tuo di passato, guardare alle tue costruzioni mentali, a quello che tu sognavi quando eri bambina.

Principe Azzurro cercasi?

Come dicevi tu “io sognavo l’uomo puro, il principe azzurro…” ma il principe azzurro non esiste e non esisterà mai, non sarà lui, né sarà un altro. I principi azzurri non esistono e c’è bisogno che ce lo iniziamo a dire tra noi femmine, perché se noi speriamo che l’uomo perfetto ad un certo punto arrivi e ci salvi dalle nostre insicurezze, dalle nostre paure e ci ami proprio come noi vorremmo, dando spazio e amandoci in tutta la nostra imperfezione ma allo stesso tempo rendendoci perfette, ecco questa cosa non esiste!

C’è solo una persona che può renderti felice fino in fondo, capace di amare e sei tu! Quindi liberati dal tuo passato, dal tuo principe azzurro e vedrai che pian piano riuscirai ad accettare le imperfezioni dell’altro che è imperfezione solo ai tuoi occhi.

Grazie di averci scritto, dacci presto tue notizie, a presto da noi e da tutto il team Briicks, ciao ciao!

_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *